Scajola: “Sì a incentivi per auto e elettrodomestici”

Il ministro dello sviluppo economico Claudio Scajola, ha reso nota l’intenzione dell’esecutivo di dare vita a un piano per evitare che la crisi finanziaria globale colpisca le aziende italiane

L’Olanda salva il conto Arancio, i libici entrano in Unicredit, d’accordo le grandi banche. la crisi finanziaria crea stravolgimenti impensabili fino a poco tempo fa. L’industria si interroga ora sull’onda lunga della crisi nell’ecnomia reale e in molti si chiedono come fare per sostenere le imprese.  Il Governo sembra essersi fatto questa domanda, tanto che il ministro dello sviluppo economico Claudio Scajola, ha reso nota l’intenzione dell’esecutivo di dare vita a un piano per evitare che la crisi finanziaria globale colpisca le aziende italiane. Al centro delle misure vi saranno incentivi alla rottamazione di auto ed elettrodomestici e il tutto dovrebbe portare a un rilancio dell’economia. Del piano aveva parlato la stampa nei giorni scorsi, la conferma ufficiale arriva oggi dalle parole del ministro, anche se i dettagli non sono chiari: «C’è una valutazione, da parte del Governo, del premier Berlusconi e dei ministri interessati – ha dichiarato – che è quella di far ripartire il mercato dell’auto, fermo in tutta Europa e degli elettrodomestici, per mettere insieme due esigenze: ridurre le emissioni in atmosfera e quindi l’assorbimento di energia e nel contempo aiutare lo sviluppo industriale di questi settori».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 20 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.