Scappa con l’hascis e lo rincorrono, arrestato

Inseguimento per le vie attorno a Piazza Repubblica. Il ragazzo, vent’anni, fermato

Una corsa finita con le manette ai polsi e una notte passata in carcere. E’ quanto accaduto a un giovane tunisino di 20 anni accusato di detenzione ai fini di spaccio di droga. I fatti risalgono al tardo pomeriggio di ieri, 6 ottobre (nella foto, dell’hascisc, immagine di repertorio). Una pattuglia delle volanti nota un gruppo di giovani in piazza Repubblica. Sembrano alle prese con qualcosa di losco, e in particolare gli agenti notano un ragazzo che entra ed esce dal capannello di ragazzi. Quando i due poliziotti si avvicinano per capire ciò che sta accadendo uno dei ragazzi si stacca dal gruppo e inizia a correre in salita verso la zona di Bosto. Alle calcagna i poliziotti, che per radio chiamano di rinforzo le pattuglie. Il ventenne, durante la corsa, si disfa di un involucro in cellophane e stagnola, lanciato in un giardino privato. I rinforzi arrivano in zona e lo fermano in via Magenta all’altyezza del distributore di benzina. La droga recuperata ammonta a 49 grammi in un unico panetto. Un discreto quantitativo che, se le accuse verranno confermate, dimostrerà come il ragazzo aveva appena iniziato la sua attività di spaccio; in tasca aveva infatti pochi contanti. Il giovane è irregolare secondo le normative dell’immigrazione.  E’ stato arrestato e condotto ai Miogni.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.