Sciopero generale, 24 ore di “passione”

Oggi, venerdì 17 ottobre, i dipendenti del settore pubblico e privato incrociano le braccia

Piazza Repubblica a Roma era stracolma di gente già alle 9 di venerdì 17 ottobre.
Lo sciopero generale sia nel settore pubblico sia in quello privato è stato indetto da Cub, Cobas e SdL Intercategoriale per gli aumenti salariali, la sicurezza nei luoghi di lavoro ma anche contro il razzismo.
Allo sciopero – che durerà 24 ore – parteciperanno i lavoratori di tutte le categorie pubbliche e private aderenti ai sindacati di base.
«Lo sciopero è a sostegno della piattaforma che le tre organizzazioni sindacali di base hanno unitariamente consegnato al governo il 20 giugno scorso e che prevede forti aumenti per salari e pensioni, rilancio del contratto nazionale, difesa e potenziamento dei servizi pubblici, abolizione delle leggi Treu e 30, sicurezza nei luoghi di lavoro, lotta al razzismo», si legge in una nota di Cub (Confederazione Unitaria di Base), Confederazione Cobas e SdL Intercategoriale.
ECCO
LE MODALITA’ DELL’ASTENSIONE:
– Trasporto ferroviario: gli addetti ad impianti fissi e uffici si fermeranno per l’intera giornata; il resto del personale sciopererà dalle 9.00 alle 17.00.
– Trasporto aereo: 8 ore di fermo, dalle 10.00 alle 18.00.
– Trasporto marittimo: navi e traghetti si fermeranno dalle ore 8.00 alle 16.00.
– Trasporto pubblico locale: articolato a livello territoriale col rispetto delle fasce protette, che variano da città a città
– Vigili del fuoco: intera giornata con servizi minimi garantiti
– Sanità: sciopero dall’inizio del primo turno alla fine dell’ultimo. Garantiti i servizi minimi essenziali e le emergenze.
– Pubblica amministrazione (Scuola, Università, Ministeri, Enti locali, Parastato, Agenzie fiscali): si fermeranno per l’intera giornata.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.