Scivolone Pro Patria, travolta e raggiunta in vetta

Lumezzane-Pro Patria 5-1. I tigrotti perdono Zappacosta dopo 20' e non hanno scampo contro i bresciani. Il Novara aggancia la squadra di Lerda a quota 18 punti

Stavolta il knock out per la Pro Patria è di quelli pesanti. Dopo le sconfitte con Cremonese e Novara, contestate per le ben note vicende arbitrali, a Lumezzane i tigrotti cadono in modo fragoroso, subendo cinque reti al cospetto dei bresciani.

Un risultato che tra l’altro permette allo stesso Novara di raggiungere la squadra di Franco Lerda in vetta al girone A di Prima Divisione, colmando il divario che Fofana e compagni avevano saputo costruire nelle prime sei giornate.


La partita di Lumezzane è stata segnata fin dalle prime battute, quando Zappacosta (al 20’) si è fatto espellere per doppia ammonizione. Il secondo giallo, arrivato per fermare un avversario lanciato verso l’area, ha di fatto girato la partita perché pochi minuti dopo, al 26’, i rossoblu sono passati in vantaggio con rete di Chiecchi di testa.
La risposta tigrotta è giunta immediata e ha portato al momentaneo pareggio con un rigore trasformato da Correa. Prima dell’intervallo però, nuova doccia fredda con i padroni di casa che raddoppiano con Pintori la cui punizione da posizione pericolosa viene deviata dalla barriera e inganna così Anania.

Dopo il riposo è ancora il Lumezzane a condurre le danze, con una staffilata di Scaglia che non lascia scampo al portiere bustocco. A quel punto la Pro, che stava provando ad agire di rimessa vista l’inferiorità sul terreno di gioco, è costretta ad alzare bandiera bianca. I bresciani, coriacei e ostici come si temeva, arrotondano ancor di più guadagnando e realizzando un rigore per il 4-1 guadagnato e realizzato da Del Rio e chiudendo con la quinta rete poco prima dello scadere. Questa volta è toccato a D’Attoma trafiggere Anania.
La Pro rimane in testa al campionato a quota 18, ma ora il Novara è appaiato in vetta.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.