«Sgomberate l’edificio e poi parliamo di spazi per i giovani»

Il movimento Giovani Padani interviene sulla polemica aperta dai ragazzi del gruppo Telos che da mesi occupano un edificio abbandonato in città

riceviamo e pubblichiamo

Sabato 11 ottobre si è svolta per le vie del centro di Saronno una manifestazione organizzata dal gruppo TeLos, con l’intento di portare all’attenzione pubblica il problema della mancanza di spazi per i giovani nella nostra città.
Mentre la manifestazione procedeva lungo Corso Italia, però, un altro gruppo di ragazzi istigato evidentemente da un’ideologia contrapposta e ugualmente antidemocratica, li ha provocati indegnamente. Uno dei manifestanti (che si spera venga presto identificato) in risposta, ha lanciato contro di loro un petardo molto potente che ha provocato una grossa esplosione. Fortunatamente l’intervento delle Forze dell’Ordine è stato tempestivo, evitando così che la situazione potesse degenerare in ulteriori scontri.

Pur condannando l’atto provocatorio senza mezzi termini è doveroso sottolineare che il lancio del rudimentale ordigno avrebbe potuto causare gravi conseguenze a danno all’incolumità dei passanti che, fortunatamente, sono invece rimasti tutti illesi. In seguito a simili episodi – prosegue Sinelli – sarebbe bene riflettere sull’opportunità di concedere spazi di espressione democratica, come quello di una manifestazione, a gruppi che sostituiscono la violenza al dialogo e che, in una parola, si manifestano autoritari, proprio come le ideologie che li muovono.

Anche i Giovani Padani si stanno battendo perché il Comune conceda spazi adeguati ai ragazzi di Sarònn, alle loro esigenze e alle loro attività, ma in tutt’altro modo e, proprio in vista dello stesso obiettivo, sono pronti a dialogare in modo costruttivo e rispettoso con chiunque voglia raggiungere questa meta. Ma finché il clima rimane quello di sabato non siamo interessati a sederci a un tavolo con chi fa della violenza il proprio strumento di rivendicazione. Ci attendiamo quindi una dimostrazione di responsabilità e maturità da parte dei ragazzi del gruppo TeLos, che potrebbe concretizzarsi nello sgombero volontario dell’edificio occupato abusivamente in via della Concordia. La Lega – conclude – non è un partito né di destra né di sinistra, non segue ideologie già sconfitte dalla Storia, ma costruisce un programma per il futuro; per questo i suoi giovani non sono pedine di violenza ma democratici paladini della Libertà.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.