Somma Lombardo: Pedibus promosso a pieni voti

Si è conclusa venerdì 3 ottobre l’esperienza dell’autobus “umano” alle Rodari. Soddisfatti bambini e famiglie, hanno aderito in 220 su 250

L’ “autobus umano” ha compiuto la sua ultima corsa di ottobre a Somma Lombardo. Ed è stato un successo, promosso a pieni voti da bambini, genitori, nonni e docenti. Con venerdì 3 ottobre il Pedibus ha terminato la sua settimana ecologica per le vie di Somma Bassa, ma il progetto non finisce qui. Da lunedì 29 settembre a oggi, infatti, ben 220 scolari delle elementari “Gianni Rodari” sono andati a scuola a piedi, camminando per il quartiere accompagnati da genitori, volontari e maestre. La dirigente scolastica Luisella Gandini, che questa mattina ha accolto i bambini a scuola, ricorda:  “L’esperimento, già avviato per due anni consecutivi e sospeso l’anno scorso, è stato felicemente riproposto. I bambini e le famiglie sono stati molto sensibili alla tematica ecologica e al problema di educare a stili di vita salutari”. All’iniziativa hanno aderito 220 bambini su 250 e i pochi non partecipanti sono alunni che provengono da fuori o che usufruiscono del pre-scuola. In questi cinque giorni il Pedibus ha raccolto i suoi passeggeri in 4 punti di Somma Bassa (zona Mercato, via Paradiso, Piazza Casolo, via dei Mille). Le stazioni di fermata non erano segnalate, perché il progetto era in via sperimentale. “Abbiamo voluto verificare se c’era un interesse effettivo. L’iniziativa ha funzionato benissimo e abbiamo pensato di riproporla anche a maggio” spiega la dirigente Gandini. Le auto sono diminuite sensibilmente e l’idea di andare a scuola a piedi, chiacchierando con gli amici, è stata ben accolta dai bambini. Le scuole hanno già contattato  l’assessore all’ecologia, Daniele Consonni, e si sta studiando la possibilità di estendere l’idea anche ad altri istituti. Spiega la Gandini: “Le Rodari si prestano molto, poiché ci sono marciapiedi, la zona non è troppo congestionata”, ma non si esclude l’eventualità di coinvolgere altre scuole.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.