Stagione invernale, Alitalia a Malpensa taglia ancora

Rimangono collegati dallo scalo della brughiera in tutto 21 destinazioni operate con aerei Alitalia: spariscono i collegamenti con Stoccarda, Praga, Belgrado, Bilbao, Trieste e Catania

Arriva la stagione invernale ma la “fuga” di Alitalia da Malpensa va avanti inesorabile. Le sorti della compagnia di bandiera, in procinto di passare sotto il controllo di Cai e dei suoi imprenditori, sembrano essere sempre più slegate dall’aeroporto della brughiera. La stagione winter 2008/09 infatti prevede solo 50 voli di Alitalia da Malpensa tra andata e ritorno (25 in arrivo, 25 in partenza): sulle destinazioni rimaste, molte frequenze sono state tagliate. Se infatti Linate manterrà la stessa quota di voli e frequenze, a Malpensa (ma anche a Fiumicino) Alitalia taglia: a Roma sparirà, oltre ad altre nove rotte, anche la rotta su Los Angeles, appena aperta. Di fatto rimangono collegati da Milano Malpensa in tutto 21 destinazioni operate con aerei Alitalia: 5 nazionali (Bari e Roma Fiumicino), 16 continentali (Dusseldorf, Algeri, Bucarest, Tunisi, Istanbul, Marsiglia, Tel Aviv, Casablanca, Mosca, Parigi, San Pietroburgo, Kiev, Sofia, Cairo, Tripoli e Tirana) e 3 intercontinentali (New York, San Paolo e Tokyo). Spariscono Stoccarda, Praga, Belgrado, Bilbao, Trieste e Catania. Da Malpensa vengono così a mancare i principali collegamenti con le capitali europee che invece rimangono a Linate (10 destinazioni nazionali e 7 europee). Il volo per New York JFK inoltre opererà con un aereo più piccolo (un B767 anzichè l’attuale B777) e sarà l’unica destinazione intercontinentale Alitalia servita giornalmente, dato che sia il volo per Tokyo che San Paolo sono trisettimanali. Alitalia da Malpensa non ha mai avuto così pochi voli neanche prima dell’allargamento dell’aeroporto nell’ottobre 1998, sia intercontintali che europei. Altre decurtazioni sono attese prima che si chiuda la vicenda Cai e che venga assimilata nella nuova compagnia AirOne: il tempo stringe, i debiti crescono e Malpensa guarda alla Germania, con Lufthansa pronta ad avviare l’accordo di potenziamento con Sea da inizio 2009.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.