Tommi e “Gli Onesti cittadini”, live punk in arrivo

L'appuntamento è sabato 25, alle 22.30, alla Coopuf di Via De Cristoforis

Il punk italiano non possiede molti personaggi carismatici, o se ce ne sono, la maggior parte di loro è tuttora nell’ombra. Fra i pochi che riescono sempre ad ottenere un riscontro, sia di vendite che di entusiasmo, bisogna sicuramente annoverare Tommi, carismatica voce e chitarra delle Pornoriviste (e degli Sbirri). Tommi, affiancato da Marco e Rambo (rispettivamente bassista e ex batterista delle Pornoriviste), nel 2006 danno vita al progetto “Gli Onesti Cittadini”, prodotto dalla Tube Records, e sabato 25, dalle 22.30, tornano sul palcoscenico della Coopuf di Via De Cristorforis per quel pubblico varesino che da anni li segue e per le giovani "leve" che si avvicinano al genere in un concerto proposto dall’associazione El Quixote. "Gli Onesti cittadini" sono infatti inquadrabili in uno stile intermedio tra rock e punk, che richiama parecchio sia i Ramones che, in misura anche maggiore, i Clash, e non si distaccca neanche dal sound delle Pornoriviste. "Un mondo di avventure" è il primo disco del gruppo.
I testi sono molto critici nei confronti della società nei suoi vari risvolti e sono prevalentemente costituiti da polemica nei confronti della società, della guerra, della città alienante, della routine servile che annichilisce l’uomo, in un percorso che lascia spazio a spiragli di speranza fino ad arrivare a una prospettiva di reazione a questo stato delle cose. Nel 2007 pubblicano, "La seconda possibilità", album composto da undici brani.  I testi sono decisamente più introspettivi rispetto all’album precedente, e mostrano aspetti nuovi delle personalità dei membri della band. Ne "La seconda possibilità" generalmente non si giudica il mondo o il sistema, ma il modo di pensare proprio di ogni singolo individuo; ogni canzone parla di un tipo di persona dal quale il gruppo prende le distanze morali, o di autoanalisi sia in positivo che in negativio. Anche musicalmente si nota un lieve cambiamento di stile; i testi si amalgamano armoniosamente con le melodie, e se Tommi mantiene in parte quel suo stile di voce ironico pur ritornando ad un tono più naturale, Dani mostra di saper modulare molto bene la voce pur mantenendo la sua impostazione puramente punk. L’apertura della serata è affidata ai “Kapolinea”, punk band varesina nata nel 2006. Suonano brani propri di un punk-rock veloce, grezzo, con testi in italiano. Nel 2007 registrano il loro primo demo “L’ultima goccia”.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.