Torna l’allarme smog, valori di tre volte sopra il limite

Punte di 150 microgrammi per metro cubo in città. L'allarme di Legambiente che snocciola i dati della settimana

Riceviamo e pubblichiamo la nota di Legambiente Busto Arsizio riguardo alla situazione smog. Le poche precipitazioni di questo periodo e la ripresa delle attività dopo l’estate ha riportato i livelli delle polveri sottili a livelli allarmanti.

Terminata la tregua estiva, le concentrazioni di particolato, il Pm 10 e le polveri fini, nell’aria bustocca sono immediatamente salite ai livelli fuori delle norme sanitarie. Questa la progressione della scalata degli inquinanti gassosi: per una settimana intorno ai 50 microgrammi/metrocubo, la soglia di legge, poi una settimana oltre i 60 mgr e  infine lo sprint: mercoledì 22 la centralina di viale Toscana ha registrato 122 mgr; ieri 149 mgr. Tre volte superiore alle normative, europea e regionale.
 
Per oggi, venerdì 24 ottobre, giorno di maggiore congestione viabilistica e di traffici frenetici, in assenza di eccezionali eventi climatici, è praticamente sicuro che si rinnoverà il triste primato dei 100 mgr. Anche le giornate di sabato, sono oramai a rischio altissimo, con migliaia di auto incolonnate e fumanti a passo d’uomo, nella giungla dei centri commerciali, urbani ed extraurbani.
 
Fino a quando i cittadini sopporteranno che non vengano prese misure per diminuire queste velenose emissioni? Fino a quando i politici locali, in prima persona l’assessore lombardo ai lavori pubblici, Raffaele Cattaneo, primo dei mille e mille sindaci ed assessori lombardi, continueranno a chiedere autostrade e a trascurare il trasporto pubblico, le ferrovie, le biciclette, l’urbanistica ragionata e la salvaguardia dalle cementificazioni?  Fino a quando dobbiamo pagare il sistema sanitario della Lombardia per guarire le malattie causate da una dissennata smania di finto progresso, portatore di inquinamento e malessere sociale?

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.