Tre statue ripiene di coca, il “souvenir” di un varesino da Santo Domingo

Fingeva di essere un turista di rientro dalla meta esotica ma nascondeva 4,6 kg di coca dentro tre statuette di terracotta

Proveniva dall’aeroporto di Santo Domingo La Romana come un normale turista e con sè portava anche tre statue di terracotta ma B.C., 37 enne di Milano ma residente a Varese, non era andato in vacanza a Santo Domingo e le statuette non erano il ricordo esotico del luogo ma l’ennesimo originale trucco per occultare qualcosa come 4,6 kg di cocaina, coperta da uno strato di caffè per occultarne l’odore.

Il forte aroma del caffè, però, non è bastato a gabbare il fiuto dei cani della squadra Svad di stanza all’aeroporto di Malpensa che non hanno esitato e hanno puntato dritti contro le statue. Dopo aver ritrovato la cocaina è emerso che l’uomo è già noto alle forze dell’ordine per traffico internazionale di stupefacenti. Così B.C. è stato arrestato e tradotto all’interno del carcere di Busto Arsizio dove è a disposizione del Pm Roberto Pirro con l’accusa di traffico internazionale di ingente quantità di stupefacenti.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 29 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.