Tutto pronto per l’Astrovia della Valbossa

Sabato 11 ottobre alle ore 18.15 verrà inaugurata rappresentazione in scala del sistema solare posta al bordo di un tratto della pista ciclopedonale

Sabato 11 ottobre alle ore 18.15 verrà inaugurata l’Astrovia della Valbossa, la cerimonia si svolgerà sulla pista ciclopedonale fra i comuni di Azzate e Galliate Lombardo. Finanziatori, promotori e patrocinatori della struttura sono la Pro Loco di Azzate, Comune di Azzate, Provincia di Varese e la Camera di Commercio di Varese, che con il gruppo di astrofili “Ultimastella A.V.A.” di Daverio ha seguito la progettazione e installazione dell’opera. Alcune ditte locali hanno invece fornito materiali e servizi per la realizzazione dell’astrovia.  

L’astrovia è una rappresentazione in scala del sistema solare posta al bordo di un tratto della pista ciclopedonale del lago di Varese. L’intero percorso è praticabile a piedi in circa un ora di cammino, snodandosi per una lunghezza di 3 km, dal confine dei comuni Azzate/Buguggiate fino nel comune di Galliate Lombardo. Il nome Valbossa deriva invece dal secolare nome dato alla ”Val Bodia” che racchiude anche i paesi di Azzate e Bodio Lomnago. Quest’ultimo porta in se il cinquecentesco toponimo ‘Lago della Valle di Bogyo detto di Guairà’ dato all’attuale ‘Lago di Varese’. 

L’installazione dell’astrovia consiste in 10 stazioni fisse, poste a distanza seguendo una scala 1:2.000.000.000 delle distanze dei pianeti del Sistema Solare. Ogni stazione è composta da un palo alto circa quattro metri, alla cui sommità è stata inserita una sfera dipinta a mano con tecnica mista raffigurante il pianeta in questione. Le sfere, in materiale plastico, hanno un diametro di 40 cm ad esclusione del Sole con diametro 50 cm. A fianco di ogni stazione è presente un pannello didattico posto su un leggio con le informazioni e foto a colori di ciascun pianeta.  

Tutte le sfere sono state dipinte a mano riproducendo i pianeti del sistema solare, nel modo più realistico possibile. Nell’opera sono state coinvolte: Monica e Simona Niada, Daniela Parolin, Fiorella Limido, Renza Ferrarini, Alessandra Cason, Arianna Colombo, Maria Chiaravalli, Cristina Scremin, e Longhini Monica. Le artiste, tra cui alcune giovanissime, sono state guidate nelle fasi di creazione delle opere da Mauro Nicora.

L’obiettivo del gruppo astrofili di Daverio e la Pro Loco Azzate è di far comprendere, semplicemente camminando, quali siano le distanze in gioco fra i corpi celesti ed apprendere le caratteristiche più importanti del nostro Sistema Solare. L’astrovia ha la particolarità di essere predisposta alla visibilità notturna. Infatti con l’ausilio di particolari dispositivi luminosi daranno un effetto particolarmente suggestivo e maggior enfasi alle opere pittoriche. 

Tale infrastruttura rende la pista ciclopedonale del lago di Varese ancora più ricca di iniziative e servizi fruibili per grandi e piccoli anche attraverso l’edizione di un libro che illustrerà le fasi realizzative dell’astrovia della Valbossa. Verranno in seguito approntate attività didattiche ed osservazioni da parte del gruppo astrofili “Ultimastella A.V.A.” di Daverio in collaborazione con la Pro Loco di Azzate. E’ possibile una visita virtuale dell’Astrovia della Valbossa al sito: www.astroviadellavalbossa.info.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.