Un concerto per un sussidiario

La fanfara dei bersaglieri Tramonti Crosta si esibirà domenica 19 ottobre al teatro Condominio in favore di Aciss, Sos e degli alunni di Congo e Mozambico

Domenica 19 ottobre 2008 alle 21 al Teatro Condominio “Vittorio Gasman” di Gallarate al concerto si terrà il concerto “Fanfara dei bersaglieri Tramonti Crosta” di Lonate Pozzolo, organizzato dalle associazioni di volontariato Sos (Solidarietà organizzazione sviluppo) e Aciss (Associazione per la cooperazione internazionale socio-sanitaria), in collaborazione con l’associazione culturale Rosagie.

Scopo della iniziativa è quello di raccogliere fondi a sostegno dei progetti delle associazioni Aciss e Sos.

Il costo del biglietto è di 12 euro e le prenotazioni potranno essere effettuate tramite e mail info@acissonlus.it o telefonando al numero 366 1550002.

 

Il progetto dell’associazione Sos, “Due euro per un libro”, è finalizzato all’acquisto di un testo scolastico per i bambini della scuola primaria in Tanzania e nella Repubblica democratica del Congo. Sos ha dedicato molto lavoro nel dare un’istruzione alle nuove generazioni sostenendo oltre 2000 studenti, costruendo scuole materne, primarie e secondarie e mantenendo gli insegnanti. La scolarizzazione in Africa è una vera priorità. L’acquisto di ogni libro quindi rappresenta un modo concreto ed efficace per rispondere a questo bisogno.

 

Il progetto di Aciss “50.000 mattoni per Murayi (Burundi)” è indirizzato alla ristrutturazione del reparto di maternità del Centro salute di Murayi. Sostenuto da l’associazione “Gli amici di Luisa”, l’Azienda ospedaliera di Gallarate, la Provincia di Varese e la Città di Gallarate.

La ristrutturazione fa parte di una serie di interventi, alcuni già realizzati dall’associazione, per migliorare le condizioni igienico sanitarie della popolazione che vive in una situazione di drammatica emergenza. Una donna su dieci muore per problemi legati al parto. Per far fronte alla situazione di alta criticità, Aciss ha creato le condizioni affinché le partorienti potessero utilizzare la struttura sanitaria già gestita dall’associazione. Inoltre, l’offerta di un kit-parto, per esempio, ha consentito di raggiungere e superare ampiamente gli obiettivi prefissati: da 0 parti assistiti nel 2006  a 150 nel 2007. Nel 2008 Aciss prevede 400 parti assistiti. I volontari sono anche impegnati nel motivare il personale infermieristico locale anche sugli aspetti di umanizzazione. Un ulteriore tassello del progetti iniziato due anni fa dall’organizzazione umanitaria gallaratese.

Il Centro di salute “Città di Gallarate” a Murayi che si intende realizzare avrà una finalità prevalentemente materno-infantile. L’attività sarà dedicata non solo alla cura, ma anche alla prevenzione (igiene, denutrizione, vaccinazioni) e investirà sulle risorse locali umane (personale) ed energetiche (fonti rinnovabili).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.