Un “nastro rosa” contro il tumore al seno con la LILT

È il mese della prevenzione: visite senologiche gratuite negli ambulatori fissi e in quelli temporanei in tutta la provincia

Da mercoledì sera Santa Maria è di nuovo illuminata di rosa. È l’omaggio della città di Busto Arsizio alla campagna provinciale "Nastro Rosa" della LILT – Lega Italiana Lotta ai Tumori (che in provincia di Varese ha sede, caso unico, non nel capoluogo ma a Busto Arsizio dove è nata già nel 1948) che mira a sensibilizzare le donne sulla prevenzione del tumore al seno.

Per tutto il mese la manifestazione, attuata in collaborazione con Estee Lauder prevede l’incremento delle visite a scopo preventivo nei 10 ambulatori permanenti di Biandronno, Caronno Pertusella, Casteveccana, Cislago, Cunardo, Cuveglio, Cocquio trevisago, Gavirate, Gemnio e Viggiù e soprattutto l’attivazione di ambulatori temporanei per il "mese rosa" a Busto Arsizio (6 pomeriggi, info: 0331-623002), Samarate e Gallarate (6 pomeriggi, info: 0331-222161), Sesto Calende (2 pomeriggi, info: 0331-924868), Varese (2 pomeriggi, info: 0332-288500), nonchè Saronno dove dovrebbero essere 4 o 5 (da definire) i pomeriggi di apertura. Ad oggi risultano prenotate già 300 visite senologiche.

Tra gli eventi collaterali, oltre alla citata illuminazione di Santa Maria, sempre a Busto Arsizio domenica 12 ottobre la prima partita di campionato della ragazze della YamamaY sarà ingentilita dai nastrini rosa simbolo della campagna, con diffusione di materiale informativo. Idem sabato 18 ottobre quando in rosa sarà decorata piazza San Giovanni con tanto di torte coloratissime e gustose preparate dalle pasticcerie cittadine e offerte a tutte le signore… che non temeranno per la linea.

Quest’anno la campagna della LILT (che a livello nazionale ha per testimonial la giornalista e conduttrice Ilaria D’Amico) può contare sull’apporto del prof. Renzo Dionigi, Magnifico Rettore dell’Università dell’Insubria di Varese e presidente del Dipo (dipartimento interaziendale di prevenzione oncologica). La chiave di Nastro Rosa è la piena e coordinata collaborazione tra vari enti e associazioni, per questo si segnala che il 28 novembre la clinica Multimedica di Castellanza si terrà un open day con visite gratuite, come tutte quelle della campagna Nastro Rosa.

Per presentare le iniziative alla stampa hanno incontrato mercoledì mattina la stampa locale il presidente della sezione provinciale LILT Franco Mazzucchelli e il dottor Giovanni Trotti, oncologo prsso l’ospedale di Busto Arsizio. Fra gli impegni maggiori della LILT resta sempre l’assistenza ai malati terminali, compito delicato e meritorio eseguito da specialisti volontari e retribuiti attraverso i fondi dell’associazione: assistenti, specialisti in medicina palliativa, psicologi. Oltre un centinaio i pazienti assistiti nelle loro ultime settimane in questo 2008. I casi di tumore rilveati, riferisce il dottor Trotti, crescono a causa delle diagnosi precoci: più precoce è l’individuazione della malattia, più fausta la prognosi e probabile la guarigione entro i cinque anni, che nel tumore al seno può raggiungere anche il 90%. La raccomandazione per tutte le donne è di sottoporsi a mammografia ogni due anni dai 40 anni, o in ogni caso da dieci anni prima dell’età in cui una familiare stretta (madre, sorella) dovesse aver scoperto di avere un tumore al seno. Gli screening mammografici giò condotti sul teritorio della provincia riguardano in genere le donne fra i 49 e i 69 anni di età, statisticamente le più a rischio.

Gli ambulatori LILT in tutta la Provincia:

· BUSTO ARSIZIO 0331/623002

· SAMARATE 0331-222161

· SARONNO 02-9620745

· SESTO CALENDE 0331-924868

· VARESE 0331-288500

· BIANDRONNO 0332/766131

· CARONNO PERTUSELLA 02/9659216

· CASTELVECCANA 0332/520188

· CISLAGO 02/9667101

· COCQUIO TREVISAGO 0332/975151

· CUNARDO 0332/990134

· CUVEGLIO 0332601467 INT 11

· GAVIRATE 0332/748228

· GEMONIO 0332/601501

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.