Un varesino il miglior sommelier d’Italia

Si tratta di Ivano Antonini, 35 anni,di Travedona. Ha vinto su due toscani. Era già stato vicecampione d'Italia nel 2001 e nel 2004

Ivano Antonini, di Travedona (nella foto) è il miglior sommelier d’Italia 2008: ha vinto infatti il trofeo Guido Berlucchi, che gli è consegnato nell’ambito del 42esimo congresso dell’Associazione Italiana Sommelier, svoltosi nel weekend a Catania.
Antonini, che è nato a Varese il 16 febbraio 1973, è già stato Miglior Sommelier della Lombardia nel 2001 e due volte vice campione d’Italia nel 2001 e nel 2004. E’ sommelier professionista da undici anni ed ha iniziato con l’occasione offerta dalla titolare del ristorante dove attualmente lavora, il prestigioso "Il Sole" di Ranco. Ha seguito (poichè il sommellier di allora stava andando via), i corsi da sommelier interessandosi sempre di più di vino: "La sommellerie mi ha subito entusiasmato ed è diventata una sorta di droga” ha dichiarato.
Ivano Antonini ha avuto la meglio in finale su Cristiano Cini (alla sua terza finale consecutiva) e Luca Martini entrambi della delegazione di Arezzo. (su vinix.it la notizia nel dettaglio)

Con Antonini, si può già parlare di"via varesina" alla degustazione del vino: è il terzo arrivato ad altissimi livelli in pochi anni. Prima di lui, Paolo Basso e Savino Angioletti si sono contesi il tetto d’Europa al trophée Ruinart: allora, ad avere la meglio fu Paolo Basso, che si laurò vicecampione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 19 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.