VarèSciens: anche qui la scienza fa spettacolo

La Città Giardino segue la moda dei festival dedicati all'innovazione, con un evento a Villa Baragiola dedicato al futuro e alle nanotecnologie per tutti

L’Innovation Circus che ha rivoluzionato il centro di Milano, BergamoScienza (un evento di grande successo che sta ancora attirando turisti da tutto il Nord Italia), il grande successo del Festival della Matematica di Roma, giunto qualche mese fa alla seconda edizione. Il tutto in attesa del Festival della Scienza per eccellenza, quello di Genova, che si svolgerà dal 23 ottobre al 4 novembre. Insomma, in Italia c’è voglia di riscoprire un lato più curioso, affascinante ed intrigante della parte razionale della cultura. E Varese, poteva fare a meno di un evento in cui la scienza fa spettacolo?

 

No, affatto, ed è per questo che la Città Giardino farà i suoi esperimenti con VarèSciens, il Festival della scienza a Varese che si svolgerà dal 18 ottobre al 9 novembre a Villa Baragiola. Si legge alla francese, proprio perché la mostra è stata organizzata dal Comitato del Semestre Francese del Centro Comune di Ricerca di Ispra.

 

VarèSciens è costituito da quattro mostre interattive per tutti, anche se il livello minimo consigliato è la 4° elementare. La Terra tra le nostri mani” spiegherà quali risposte possono dare gli scienziati ai problemi del nostro pianeta. Cambiamenti climatici, desertificazione, inquinamento dell’acqua, biodiversità a rischio, catastrofi naturali, nuovi malattie: i rischi che minacciano la Terra sono tanti, e gli scienziati di tutto il mondo lavorano per capirne l’origine e proporre soluzioni. Tra queste, ovviamente, energie alternative, rivoluzione agricola, chimica verde ed ecologia industriale. Il percorso espositivo è arricchito con oggetti o esperimenti interattivi che illustrano in modo ludico i fondamenti scientifici in gioco.

 

Tra le promesse del futuro ci sono anche le nanotecnologie. Ma voi sapete cosa sono? Per scoprirlo c’è la seconda mostra, ExpoNano

Un viaggio nell’infinitamente piccolo per scoprire perché e come le

nanotecnologie stanno per rivoluzionare la nostra vita quotidiana. Questa mostra didattica e stata concepita per rendere accessibile la comprensione delle nanotecnologie (fondamenti, strumenti ed applicazioni) attraverso multimedia e piccoli sperimenti. Propone anche una riflessione sui problemi etici, sanitari o ambientali legati alla manipolazione della materia su scala atomica.

 

Ma cosa succede quando uno scienziato decide di fare l’artista? Accadono cose interessantissime, che potrete scoprire con le altre due aree espositive. “Gaia” è una mostra di scultura sull’ambiente, con opere di Jean-Marie Martin. Le sculture di questo artista devono molto alla sua lunga esperienza internazionale di ricercatore sull’ambiente marino. Sempre di impianto artistico sarà “Salvare la foresta primaria”, esposizione sulla valorizzazione delle risorse botaniche mondiali e sulla loro preservazione attraverso un’iniziativa innovativa ed accessibile a tutti. L’autore, François Couplan, è un enobotanico e scrittore che, da più di 35 anni, esplora il pianeta alla ricerca di usi tradizionali delle piante.

VarèSciens è un evento ad ingresso gratuito, con prenotazione obbligatoria per i gruppi (3456059331). L’esposizione apre da martedì a venerdì dalle 10 alle 17, sabato e domenica dalle 10 e alle 18. La mostra è in  italiano e francese. Hanno collaborato alla realizzazione il Comune di Varese, JRC European Commission, il Ministero degli Esteri francese e la Scuola Europea.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.