Varese-Como-Lecco: prende forma il collegamento stradale

A questo incontro hanno presenziato anche Raffaele Cattaneo, Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia

A Villa Grumello, Como, si è svolta oggi, 17 ottobre, l’Assemblea tra i principali attori del comitato “PromoVarese-Como-Lecco”, il cui scopo è agevolare la realizzazione di un nuovo veloce collegamento stradale tra le tre province. Presenti nella qualità di Soci fondatori dell’iniziativa le rispettive Camere di Commercio con le Associazioni economiche (industriali, commercianti, artigiani e costruttori edili) delle tre province.

A questo incontro hanno presenziato anche Raffaele Cattaneo, Assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Lombardia, sostenitore entusiasta dell’iniziativa, Patrizio Tambini, Assessore con delega ai Trasporti della Provincia di Como ed il Direttore Generale di Pedemontana SpA, Umberto Regalia. Tale progetto si inserisce nel quadro delineato dalla legge regionale 9/2001 e dal

regolamento di attuazione 4/2002. L’idea del Comitato Promotore, presieduto dal comasco Claudio Taiana, è nata nel 2006, recependo la difficoltà endemica di spostarsi tra Varese, Como e Lecco in tempi rapidi.

Allo stato attuale le tre Camere di Commercio hanno messo a disposizione pariteticamente la cifra di 450mila euro mentre la Regione ha stanziato 200mila euro per

la predisposizione dello studio di fattibilità affidato ad Autostrada Pedemontana Lombarda SpA.

Tale studio comprenderà:

• la progettazione tecnica, con l’ipotesi di tracciato e lo studio sul traffico;

• la valutazione degli impatti ambientali;

• la redazione del piano economico-finanziario;

• l’esame degli impatti economici-territoriali e dei meccanismi di “cattura del valore”, e sarà concluso entro il prossimo mese di gennaio.

Il cronoprogramma dell’iniziativa prevede successivamente la gara di designazione del Promotore entro luglio del prossimo anno, la gara per la designazione del Concessionario entro novembre 2010, l’approvazione del Progetto Esecutivo entro aprile 2013 con contestuale avvio di lavori e con previsione della fine degli stessi entro aprile 2017.

A seguito dell’assegnazione dell’EXPO 2015 a Milano l’augurio è che l’iter di approvazione di tutti i passaggi burocratici possa essere più celere con l’obiettivo di concludere i lavori entro la data di inaugurazione dell’EXPO stesso.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.