Varese d’assalto, terzo successo di fila

Varese-Alghero 2-0. Le reti di Del Sante e Pisano permettono ai biancorossi di risalire la classifica. Per il centravanti quarto gol in altrettante partite

Un morso per tempo, e il Varese formato cobra di Beppe Sannino abbatte anche l’Alghero, centrando la terza vittoria consecutiva per un ruolino complessivo che parla di 10 punti in quattro gare e di nove gol fatti contro uno subito. L’avvento del mister napoletano ha fatto l’effetto dell’elio in una mongolfiera per una squadra che non si limita a fare punti ma che convince, dimostra di poter condurre la partita con determinazione e di risalire la classifica. Tutto questo a fronte di tre assenze pesanti come quelle di Crocetti, Dos Santos e Milanese i cui sostituti ora potrebbero insidiarne il posto nell’undici titolare. Già, perché la coppia centrale non ha sbagliato nulla mentre in attacco Paolino Grossi ha marcato a fuoco la gara, entrando direttamente nelle due azioni dei gol.
Tutta la squadra è comunque andata oltre la sufficienza, voto arrotondato per eccesso anche per la bella immagine regalata dopo il fischio finale: tutti insieme abbracciati sotto la curva sud, da dove Sannino tutto solo ha seguito l’intera ripresa. Domenica prossima la prova di maturità con la trasferta a Ivrea, neo capolista del girone guidata in panchina da Devis Mangia.

FISCHIO D’INIZIO – Si affida a Grossi in appoggio a Del Sante, mister Beppe Sannino: privo di Crocetti il tecnico del Varese sceglie il fantasista mancino nel ruolo di seconda punta contro l’Alghero. In difesa, conferma per la coppia centrale Camisa-Bernardini, vista l’indisponibilità di Milanese e Dos Santos. Sardi messi in campo da Giorico con capitan Zitolo a far da cerniera tra il centrocampo e l’attacco formato da Frau e Orlandi.

IL PRIMO TEMPO – Venti minuti di grande Varese fanno sorridere i 1.300 di Masnago che si riempiono gli occhi di una squadra che cerca il fraseggio, staziona nella metà campo ospite e non disdegna di puntare la rete. Già al 4’ ci prova Silva da lontano con un sinistro di poco alto; passano due minuti ed è Del Sante a girare al volo su azione d’angolo. L’Alghero fatica a organizzarsi e al quarto d’ora deve capitolare per l’invenzione di Grossi e Del Sante. Il fantasista recupera un pallone che pareva perso all’altezza del corner di sinistra ed effettua un cross al centro su cui il centravanti è lesto ad anticipare tutta la difesa e a battere Zani.
Solo dopo la rete dell’1-0 i sardi iniziano a farsi vedere. Moreau non è mai messo in pericolo ma Zitolo e compagni si fanno più intraprendenti rendendo piacevole la gara sotto il sole di Masnago. Poco prima del 40’ è ancora il Varese a farsi vedere, prima con una combinazione Del Sante-Tripoli ribattuta, poi con un traversone spiovente di Pisano che Zani è costretto a mettere in angolo.

LA RIPRESA L’Alghero torna in campo con buon piglio e buona organizzazione nella zona centrale del campo. Per un po’ il Varese si limita a controllare, però Lepore non rinuncia a colpire. Il capitano prima ci prova con una bella acrobazia che non porta frutto, poi (al 12’) con una staffilata da fuori area che Zani toglie dall’angolo basso. La risposta sarda è affidata a un’azione in mischia risolta da Silva che spedisce lontano. Giorico toglie Frau, stranamente inconsistente, e mette Guaita subito pericoloso in dribbling. La risposta di Sannino e Bettinelli è l’ingresso di Mautone al posto di Tripoli. Potrebbe sembrare una mossa a difesa del risultato, ma è ancora il Varese a costringere il portiere ospite al salvataggio alla mezz’ora: percussione di Lepore a sinistra e tiro respinto da Zani con una mano, con tentativo di ribattuta di Grossi che finisce alto. L’Alghero replica subito dopo: fiondata di Sogus da fuori area e gran volo di Moreau a mettere in angolo.

Scampato il pericolo, si chiude la gara. Grossi guadagna una punizione sulla trequarti che costringe l’Alghero in dieci per l’espulsione (eccessiva) di Zentil. Il calcio piazzato è battuto da Lepore che trova pronto Pisano ben appostato a pochi passi dalla porta: 2-0. Finisce con i giallorossi in nove perché Orlandi si fa cacciare per proteste e con tutto il Franco Ossola in piedi ad applaudire una squadra in netta e meritata risalita.
.

Varese – Alghero 2-0 (1-0)

Marcatori: Del Sante (V) al 13’ pt; Pisano (V) al 32’ st

Varese: Moreau; Pisano, Camisa, Bernardini, Silva; Tripoli (Mautone dal 14’ st), Gambadori, Casisa (Moretti dal 43’ st), Lepore; Del Sante, Grossi (Palazzo dal 37’ st). All. Bettinelli. A disp.: Lorello, Romeo, Fiumicelli, Grillo.
Alghero: Zani; Tedde, Tarantino, Calistri, Garau (Zentil dal 1’ st); Puddu (Papa dal 27’ st), Zitolo, Sogus, Gavioli; Orlandi, Frau (Guaita dal 16’ st). All. Giorico. A disp.: Capello, Borghese, Mariscoli, Mereu.
Arbitro: Corradini di Macerata (Ridolfi e Serpilli).
Note. Giornata serena e fresca, terreno in ottime condizioni. Ammoniti: Zitolo, Gambadori, Pisano, Gavioli, Del Sante. Espulsi: Zentil per fallo da ultimo uomo e Orlandi per proteste. Calci d’angolo: 8-2 per il Varese. Spettatori: 1.300. Incasso: 4.211,58 euro.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 26 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.