Varese, poker tonificante per classifica e morale

Varese-Mezzocorona 4-0. Prima vittoria stagionale dei biancorossi che dominano i trentini. Gol gioiello di Del Sante e Gambadori, a segno anche Lepore e Grossi

Se la crisi è alle spalle, lo sapremo tra sette giorni. Certo è che il Varese visto oggi a Masnago contro il Mezzocorona dà finalmente una prova di forza concreta e tremenda abbattendo con quattro reti i promettenti trentini. Knock out completo, indiscutibile, meritato quello ottenuto dalla squadra di Sannino che si gode a metà il successo per l’espulsione rimediata sul finire del primo tempo. Segnano in quattro, con due perle rare firmate da Del Sante e Gambadori, mentre Moreau guadagna la pagnotta con una sola, bella, parata. Insomma, vittoria su tutta la linea per il Varese che pare sbocciato in una tiepida giornata di ottobre, un po’ in ritardo sul previsto, regalando così la prima vittoria al presidente Rosati, che se la gode dalla tribuna stampa. Tra una settimana toccherà al Pizzighettone, sul campo che regalò la salvezza cinque mesi fa, testare la consistenza di Lepore e compagni. Ma da questo momento, non si può che attendere fiduciosi.

FISCHIO D’INIZIO – Tutto come previsto per l’undici di Sannino: Pisano è rilevato da Camisa, Tripoli confermato sulla destra della mediana biancorossa in luogo di Grossi e coppia d’attacco obbligata Crocetti-Del Sante. Gli ospiti si presentano con uno schieramento coperto che prevede ben cinque difensori: non serviranno a fermare l’avanzata biancorossa.

IL PRIMO TEMPO – Il Varese che tutti speravano di vedere sboccia dopo appena 2’: percussione di Del Sante a destra e difesa che sventa. Ma l’azione è solo l’annuncio dell’attacco frontale: al 6’ Lepore scambia sulla sinistra con Crocetti e va in percussione. Il primo tiro, debole, è mal ribattuto da Piovenzan, ma il fantasista è pronto a ripiombare sulla palla e a battere a rete il tiro dell’1-0.
Masnago esplode di gioia e 5’ dopo può ancora fare festa. Il Mezzocorona è vestito in verdeoro, ma il brasiliano di giornata diventa di colpo Stefano Del Sante. L’attaccante scatta palla al piede dalla trequarti, scarta tutti gli avversari che gli si parano davanti, si presenta solo davanti al portiere e lo batte con un tiro secco regalando ai biancorossi il doppio vantaggio.

Sannino perde subito Dos Santos che si fa male e viene rilevato da Pisano: Eros torna in fascia e sposta al centro Camisa con Milanese. Questa rimane l’unica emozione fino a oltre la mezz’ora, quando Del Sante va giù in area: per l’arbitro – ben appostato – non c’è né il rigore né l’ammonizione. L’episodio incendia mister Sannino che si becca ripetutamente con un giocatore avversario: il mister prima viene richiamato dal direttore di gara e poi, al 35’, viene espulso.
Al 42’ prima occasione per gli ospiti: sugli sviluppi di una punizione dalla trequarti Brighenti effettua un bel tiro al volo che Moreau devia in corner.

LA RIPRESA Sannino si accomoda (si fa per dire) in curva sud, per seguire il secondo tempo, nella posizione più vicina a Moreau, per quanto possibile in uno stadio ampio come il Franco Ossola. Il suo collega Rastelli fa due cambi nell’intervallo, con Lordi in difesa e Rodrigo in attacco.

La prima occasione è però al 10’ per Crocetti che supera Giacomoni, viene contrastato da Toccoli e poi serve Lepore che di testa manda alto. L’inerzia del match rimane saldamente nelle mani del Varese che in più di un’occasione arriva al limite dell’area gialloverde; piace in questa fase soprattutto Crocetti il cui impegno non cala mai: è lui a propiziare l’espulsione di Giacomoni per doppia ammonizione.
A confezionare il 3-0 è però Paolino Grossi, appena subentrato a Del Sante. Al 27’ Lepore se ne va a sinistra, cambia gioco con un traversone di trenta metri a servire il “gemello del gol” che insacca di testa. Il Varese non si accontenta e completa il poker con Gambadori, oggi perfetto: per siglare la sua rete il mediano imita Del Sante saltando tutta la difesa e scaricando in rete una bordata da pochi metri. E’ la ciliegina sulla torta più buona servita a Masnago da diversi mesi: una scorpacciata non ha mai fatto male a nessuno.

SANNINO E DINTORNI – Rapidissimo a presentarsi e conciso davanti ai taccuini mister Sannino: "Sotto l’aspetto caratteriale dò un voto di 110 e lode per i ragazzi. Ora vadano in campo a Pizzighettone senza pensare se io sono o meno in panchina, per via dell’espulsione". Il tecnico guarda fin da subito alla prossima partita: "Andremo laggiù come se dovessimo giocare una partita di playout, giocando come se fossimo in campo per la salvezza. Oggi in effetti la nostra posizione in classifica è questa". Prima di andare, Sannino dice la sua sul Varese e sui singoli: "Questo reputo che sia uno dei gruppi più forti mai avuti, che però non è ancora del tutto una squadra. Qui dobbiamo lavorare senz’altro. Oggi tutti bravi, con Lepore che ha disputato una grandissima partita. Poi anche Crocetti: l’anno scorso l’ho penalizzato giustamente a Crema e lui lo sa. Ha capito quello che serve e anche senza trovare il gol ha fatto davvero tante cose buone".

Varese – Mezzocorona 4-0 (2-0)

Marcatori: Lepore (V) al 6’ pt, Del Sante (V) all’11’ pt; Grossi (V) al 27’ st, Gambadori (V) al 40’ st.

Varese: Moreau; Camisa, Dos Santos (Pisano dal 16’ pt), Casisa, Silva; Tripoli (Moretti dal 35’ st), Gambadori, Casisa, Lepore; Crocetti, Del Sante (Grossi dal 22’ st). All. Sannino. A disp.: Lorello, Bernardini, , Romeo, Fiumicelli.

Mezzocorona: Piovenzan; Brighenti (Lordi dal 1’ st), Berardo, Toccoli, Giacomoni, Pelizzari; Di Benedetto, Tundo (Tulli dal 22’ st), Arrigoni; Panizza, Giorgetti (Rodrigo dal 1’st). All. Rastelli. A disp.: Macchi, Piolanti, Angelucci, Zen.
Arbitro: Ronchi di Caltanissetta (Albani e Ragazzo).
Note. Giornata serena e tiepida, campo in ottime condizioni. Espulsi l’allenatore del Varese Sannino per comportamento non regolamentare e Giacomoni per doppia ammonizione. Ammoniti: Tundo, Casisa, Toccoli, Gambadori, Di Benedetto, Panizza, Tulli. Calci d’angolo: 3-2 per il Varese.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 12 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.