Via Cagliari dimenticata da tutti, isola infelice a due passi dal centro

Il consigliere di Rifondazione Corrado ha presentato un'interrogazione sul degrado e la sicurezza dell'area, oggi alla mercè di automobilisti maleducati e traffici al buio

Il degrado a busto Arsizio è a pochi passi dal centro cittadino. Via Cagliari (una via privata che collega piazzale dei Bersaglieri a via Muratori, foto a sx) è lì a testimoniare quanto incuria e difficoltà burocratiche possano rendere uno scorcio della città qualcosa di simile più alla periferia che al centro. «Con la scusa che è privata il Comune non fa nulla nonostante le lamentele – spiega Ottavino Zanetti, abitante della via che si batte per il recupero di questa parte della città – sono andato alla Polizia Locale, ho parlato con gli uffici del comune ma la risposta è sempre la stessa. O ce la cedete o noi non interveniamo. Fosse facile, per cederla bisogna chiedere l’assenso ai 15 proprietari che si affacciano sulla via ma di molti di loro non si ha notizia».

Il problema non è solo col Comune di Busto Arsizio, spiega Antonio Corrado (consigliere comunale di Rifondazione Comunista), c’è anche un bel pezzo del piazzale che è delle Ferrovie Nord (foto a dx):«E’ la vecchia linea della ferrovia, ancora di proprietà della società – spiega – è rimasto così dopo l’interramento della linea ferroviaria. Per un pezzo è stato trasformato in parcheggio mentre per il resto (il tratto che costeggia via Cagliari, ndr) è in terra battuta che ad ogni pioggia si trasforma in una palude». I clienti del vicino mercato di piazza dei Bersaglieri, inoltre, utilizano l’area come parcheggio abbandonando rifiuti di ogni tipo che deve raccogliere il signor Zanetti, dato che la pulizia è scarsa.

Ottavino Zanetti comincia a non sentirsi più sicuro la sera:«Non c’è nemmeno un lampione che illumini questo parcheggio sterrato. La sera comincio ad aver paura ad uscire a causa della presenza di persone che stazionano nella zona coi favori del buio – spiega con la preoccupazione di chi ha in casa anche una persona anziana da accudire – e se curano la mia proprietà per entrare a rubare quando esco?». Preoccupazioni legittime che dovrebbero far drizzare le antenne di chi oggi invoca sicurezza a ogni piè sospinto. «Il signor Zanetti – conclude Corrado – non chiede la luna ma solo un po’ di pulizia del sedime delle ferrovie Nord e delle luci che illuminino il piazzale. Questo già aumenterebbe quella percezione di sicurezza che tutti chiedono e la pulizia restituirebbe un minimo di decoro ad un’area dimenticata della città. Il problema di questa via sarà affrontato da una mia interrogazione spero nel prossimo consiglio comunale».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.