Ville Ponti, un restyling da campioni del mondo

C'era anche Alessandro Ballan, insieme a decine di autorità, all'inaugurazione della nuova sala Napoleonica. Adeguata non solo nell'estetica, ma anche nelle funzionalità

Galleria fotografica

Inaugurazione della sala Napoleonica 4 di 22

Non mancava nemmeno Alessandro Ballan, il ciclista di Castelfranco Veneto che si è guadagnato la prima maglia iridata della sua carriera nei mondiali di Varese appena conclusi, alla grande festa per la riapertura della sala Napoleonica delle ville Ponti. Una sala che è stata rinnovata dalla camera di Commercio in ogni senso: non solo per i suoi nuovi 400 posti e per le nuove tecnologie, più adatte alle nuove esigenze congressuali, ma perfino in quello d’entrata e di orientamento della sala, competamente ribaltati.

A vedere le novità, come si diceva, non mancava nessuno: Prefetto e Questore, Procuratore Generale e Prevosto che ha regolarmente benedetto la nuova struttura.
E non mancava l’assessore Cattaneo, né il vicepresidente della Provincia, il sindaco di Varese Fontana e l’intera giunta della Camera di Commercio, cioè alcuni dei rappresentanti più significativi dell’associazionismo produttivo.

Nemmeno, appunto, Alessandro Ballan, materializzatosi a sorpresa a metà festa, in tempo per rivedere i suoi ultimi entusiasmanti 3 chilometri e per ricevere un “regalino” da tre quintali: il ciclista di ferro e “prato” che prima era in piazza Monte Grappa e che è stata la meta preferita dei turisti da mondiale per le foto di rito, proprietà della Camera di Commercio e ora del ciclista iridato. “Spero che lei abbia un giardino” si è schermito il presidente di Camera di Commercio Bruno Amoroso, prima di fare la consegna ufficiale e proseguire nel programma che ha visto anche il coro dei Greensleeves.

Con la cerimonia di inaugurazione, la festa è solo iniziata: è denso infatti il programma di eventi che da giovedì in poi si susseguiranno ogni sera per animare e mostrare alla città la nuova sala è molto denso, e comincia subito giovedì 16 alle 21 con un incontro con il fotografo Giorgio Lotti sul tema del fotogiornalismo

giovedì  da giovedì nella nuova struttura è prevista anche l’apertura al pubblico di cinque mostre in cui le emozioni trasmesse da autentici “maestri della fotografia” esalteranno lo stile “cinque stelle” della Villa Napoleonica. Potremo così ammirare le immagini di Giorgio Lotti, ispirate al tema “Luce, colori, emozioni”, del brasiliano Sebastiao Salgado sul drammatico problema delle migrazioni di massa, di Gabriele Rigon con immagini scattate durante la fase preparatoria della missione spaziale dell’astronauta Paolo Nespoli e di Roberto Bettini, il più famoso fotografo di ciclismo che proporrà le sue foto ai recenti Mondiali. Una quinta mostra sarà poi dedicata alla stessa Villa Napoleonica in un percorso fotografico dalle origini a oggi.

Il programma degli appuntamenti alla Villa Napoleonica proseguirà poi venerdì 17 quando, ancora alle ore 21, toccherà al quotidiano La Provincia di Varese proporre un incontro con Davide Van De Sfroos e i misteri di Varese. Sabato 18 ottobre invece l’associazione Andos presenterà un recital del mezzosoprano Tiziana Carraro. Gli appuntamenti si susseguiranno a ritmo incalzante: domenica 19, alle ore 17 si terrà l’incontro Prealpina 120 anni di fatti e misfatti” su iniziativa dello stesso quotidiano varesino. Lunedì 20 si ritornerà all’orario serale, con il salone della Villa Napoleonica che alle 21.30 ospiterà un talk show televisivo di Rete55 su “Dopo i Mondiali: l’immagine di Varese può bucare il grande schermo?”. Martedì 21 alle ore 21.00 è poi prevista la serata teatrale Il paese degli scrittori, a cura di Varesenews in collaborazione con la Fondazione Culturale di Gallarate. Mercoledì 22 ottobre toccherà alla rivista Varesefocus proporre un concerto dell’Orchestra Camerata dei Laghi e giovedì 23 il Rotary Varese organizzerà una relazione del fisico Maurizio Campagna intitolata Dalla particella di Dio ai buchi neri: l’esperimento di Ginevra. Venerdì 24 sarà la volta del concerto Le tastiere raccontano tenuto dal maestro Marco Cadario e a cura degli Amici de L’Anaconda del Lions Club Varese Prealpi. Sempre alle ore 21, sabato 25 ottobre è prevista una serata di cabaret, che precederà l’atto conclusivo del ciclo d’iniziative, previsto a partire dalle ore 17.15 di domenica 26 ottobre con la cerimonia di proclamazione del vincitore del Premio Chiara 2008.

Tutte queste iniziative sono a ingresso libero. Si chiede, però, agli interessati di prenotarsi all’apposito “form d’iscrizione” sul sito www.villeponti.it.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 15 ottobre 2008
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Inaugurazione della sala Napoleonica 4 di 22

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.