Volti fatti di luci

Al Colombo Caffè le opere di Maria Enrica Ciceri

Si presenta al pubblico curioso del bar più noto nella “vasca” bustese la pittrice Maria Enrica Ciceri, con una serie di “ritratti” di notevole interesse.

Puoi leggere e capire la semplicità, la comprensibilità e l’immediatezza della sua opera e del suo pensiero: mi pare una fra le più rilevanti caratteristiche della poetica pittorica di Maria Enrica. Le opere sono però ben costruite e tecnicamente corrette.

E’ una rassegna di personaggi, descritti certo con amore: come dimostra il “carattere” singolare di ogni volto e di ogni corpo.

Sono ben segnati, evidenziati dai fondali, torniti dalle “pennellate” di contorno, con la voglia evidente di “farli uscire” dal “piatto” della tela bidimensionale.

Ma si legge anche un senso quasi di “paura”: come la fuga dell’autore dopo aver scoperto nell’espressione costruita, riprodotta o reinventata, una forza nuova, imprevista, creata dalle pennellate decise, nelle tonalità e nei chiaroscuri.

Volti fatti di luci e ombre, di occhi grandi, spalancati e socchiusi, sognanti e sofferenti: questa umanità avvolta di mestizia diffusa in ogni segno o gettata di colore: a rendere massima l’espressività e la voglia di parlarti.

 

La “tristezza” di Maria Enrica Ciceri

al Colombo Caffè di via Milano 2 a Busto Arsizio

dal 7 ottobre al 9 novembre 2008

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 24 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.