Workshop alla Gam

Giancarlo Norese, Steve Piccolo e Gak Sato rileggono la mostra SPICeSPAN

In occasione della mostra SPICeSPAN. Itinerari inediti alla GAM, che propone in un nuovo ri-allestimento la collezione storica del Museo e dedica, in questo caso, una particolare centralità all’arte concettuale ed alla poesia visiva, la GAM offre al pubblico un progetto di approfondimento attraverso un workshop di cui saranno protagonisti Giancarlo Norese, Steve Piccolo e Gak Sato.

Giancarlo Norese, artista che indaga significati comportamentali, relazionali e sociali, Steve Piccolo, musicista noto per il suo passato nei Lounge Lizards e per la sua ricerca nei confronto del suono, Gak Sato compositore, musicista e sound designer giapponese, guideranno il pubblico nella scoperta di nuove connessioni tra parola, immagine e suono.

Partendo dell’attribuzione di un nome, atto quotidiano in genere automatico, prenderà il via un percorso collettivo di associazione creativa e consapevole di suoni ed immagini: l’identità di ognuno verrà raccontata attraverso un nuovo codice visivo e sonoro che andrà definendosi durante la giornata, anche attraverso l’utilizzo di supporti tecnologici ed interattivi.

 

Name is a name is a name is a name

Sabato 8 novembre 2008

dalle 10.00 alle 18.00

GAM – Civica Galleria d’Arte Moderna

Viale Milano 21, 21013 Gallarate

Ingresso gratuito, prenotazione obbligatoria

tel: 0331 791266

e-mail: didattica@gam.gallarate.va.it

 

GIANCARLO NORESE – vive a Milano. Diplomato all’Accademia di Belle Arti di Brera a Milano. Il suo lavoro è stato esposto in molti musei e gallerie italiane e internazionali come: la galleria Neon di Bologna che gli ha dedicato una personale, Villa Medici/Académie de France a Roma, Biennale di Venezia, P.S.1 Clocktower Gallery (New York), Fondazione Pistoletto (Biella), Viafarini (Milano), Babel Festival di Letteratura e Traduzione a Bellinzona, Performa07 allo Sculpture Center (New York). Dal 2004 insegna all’Accademia di Belle Arti di Bergamo.

 

STEVE PICCOLO – vive a lavora tra l’Italia e l’America. Formatosi a Bard College, inizia la sua carriera professionale negli anni Settanta suonando il contrabbasso in gruppi jazz, arrivando alla notorietà internazionale grazie al gruppo The Lounge Lizards di cui è co-fondatore. In parallelo lavora nei primi studi di musica elettronica a New York e nel campo della performance art. Ha pubblicato molti LP e CD e ha curato molti progetti di sound art per importanti gallerie e musei nel mondo. Dal 2002 insegna all’Accademia Carrara di Belle Arti di Bergamo. Scrive la rubrica InAudito per la rivista InSound e cura la pagina web Il Suono dell’Arte per Undo.net.

 

GAK SATO – vive a lavora tra Milano e Tokyo. Dal 1999 al 2008 è stato  il direttore artistico di Temposphere, l’etichetta contemporanea di  Right Tempo Records a Milano.  Ha pubblicato tre album, numerosi remix  e ha curato la serie Easy Tempo – ristampa di colonne sonore dei film Italiano tra anni 60 e 70. Ha partecipato al Sonar festival Barcellona  ’99, al Berlin Jazz Fes ’06, Tokyo Design Tide, Tecnoform Monterrey  Mexico, Italian Wave ’07. Dal 2002 Gak è docente di Tecniche del  Suono nell’Arte all’Accademia Carrara delle Belle Arti di Bergamo, e dal 2007 insegna all’Istituto Europa Design di Milano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 ottobre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.