Yamamay al via, Saara Esko: “Sono molto fiduciosa”

Domenica scatta la serie A1, in viale Gabardi arriva Cesena. La confermata schiacciatrice finlandese: «Un torneo da scoprire, tante squadre sono cambiate»

Il tempo degli esperimenti è finito; domenica al PalaYamamay arriva la Lines Cesena per il primo turno di Serie A1 e le farfalle vogliono farsi trovare pronte. Coach Carlo Parisi sorride: «Abbiamo ancora qualcosa da regolare ma nel complesso siamo pronti. Dobbiamo subito stare attenti a Cesena che è una squadra nuova ma ricca di giocatrici esperte e capaci».

Galleria fotografica

Yamamay al via 4 di 6

Uno dei punti di forza della squadra biancorossa che si è presentata giovedì sera ufficialmente allo Shed Café di Busto sarà invece ancora una volta Saara Esko. La schiacciatrice finlandese disputerà il terzo campionato con la maglia della Yamamay ed è uno dei volti più amati dal grande pubblico di viale Gabardi.

Saara, lei con Natalia Viganò è per la terza stagione la schiacciatrice titolare della Yamamay. Una bella rivincita verso chi, ogni estate, mette in dubbio la vostra permanenza ai livelli più alti. La stagione passata è stata una sfida vinta?
«Io non la prendo come tale. Provo sempre a fare del mio meglio e non mi interesso delle voci. L’unico parere che conta è quello della società, e il fatto di essere stata riconfermata mi basta. Si vede che la mia ultima stagione è stata giudicata in modo positivo».

Il fatto di essere una delle veterane la fa sentire più responsabile verso le compagne appena arrivate?
«La società non ci chiede un impegno preciso, ma credo che si normale in ogni squadra che ciò accada. Costruire il gruppo è importante e tutto sommato viene naturale dare una mano in questo senso».

Domenica si comincia. Che tipo di campionato sarà?
«È difficile dirlo: tolta Pesaro, che ha riconfermato quasi per intero il gruppo dello scudetto, tutte le altre squadre hanno cambiato parecchie pedine. Bisogna vedere se funzioneranno come vogliono i vari tecnici. Una cosa è sicura: anche se è aumentato il numero di club (da 12 a 14 ndr), non esistono partite facili. Chi è in A1 se lo merita e sa farsi valere».

Secondo lei cos’ha in più la nuova Yamamay rispetto alle due stagioni passate?
«Non farei confronti con l’anno di A2 quando le straniere erano limitate a due, io e Jette Fokkens. Le differenze con l’anno scorso, se ci saranno, le vedremo presto: sono arrivate ragazze nuove, molto forti, ma con caratteristiche differenti da quelle che sono andate via. Prima di iniziare non faccio paragoni, però ritengo che questa Yamamay sia una bella squadra. Se calibriamo bene il nostro gioco potremo fare davvero bene e su questo sono molto fiduciosa».

Yamamay Busto Arsizio – Lines Ecocapitanata Cesena (ore 18)
Busto Arsizio: 1 Fernandinha, 2 Viganò, 3 Buckova, 4 Valeriano, 5 Esko, 7 Kovacova, 8 Matuszkova, 9 Fokkens, 10 Campanari, 11 Okaka, 12 Rocca, 13 Borri (L). All. Parisi
Cesena: 1 Piolanti, 3 Venturi, 5 Poggiali, 6 Mazzoni (L), 7 Leonardi, 8 Musti De Gennaro, 9 Ssuschke, 10 Usic, 11 Mifkova, 12 Swiderek, 15 De Luca, 18 Berti. All. Benelli.
Arbitri: Finocchiaro e Zucca.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 ottobre 2008
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Yamamay al via 4 di 6

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.