Cucinare alla portoghese per vincere la “saudade” di casa

Ana Mercês Sota è un'agente della polizia criminale di Lisbona e dell'Interpol. Da qualche anno vive nella Città Giardino e per combattere la nostalgia del suo Paese ha scritto un libro di ricette

«Saudade» in portoghese significa nostalgia. E il modo migliore  per combatterla, quando si è lontani dal proprio paese di origine, è recuperare le tradizioni, come la cucina. Ana Mercês Sota, portoghese di nascita e da qualche anno a Varese insieme al marito insegnante, ha pensato bene di scrivere un libro dedicato alle tradizioni culinarie della sua terra: “Sapori portoghesi mese per mese”. Un libro fatto in casa, proprio come le sue ricette. «In genere in Italia, men che meno a Varese, c’è poca conoscenza della cucina portoghese – dice Ana Sota – come del resto c’è poca conoscenza del mio paese». In effetti, nonostante in questa provincia abbiano vissuto portoghesi illustri, come il campione di calcio Rui Costa, del Portogallo si conosce poco o nulla.

Ana Mercês nella vita non fa lo chef, ma è un’agente della polizia criminale di Lisbona e dell’Interpol, con un periodo di servizio anche a Macao in Cina. E come i personaggi nella miglior tradizione letteraria poliziesca, da Andrea Camilleri a Manuel Vasquez Montalban, ama cucinare. Un’autentica passione che  ha ereditato dalla madre, a cui è dedicato il libro. «I miei amici di diverse nazionalità – racconta l’autrice –  hanno sempre apprezzato la gastronomia portoghese. Insieme e di fronte a quei piatti abbiamo condiviso degli splendidi momenti conviviali. Quindi scrivere e stampare questo libro è un modo di rivivere quei bei momenti».

Il libro contiene 32 ricette: dall’arroz de pato (riso con anatra) al caril de camarao (curry e gamberetti), passando per il famoso bacalhau o com natas (baccalà con panna) o sotto forma di pasteis (frittelle).  «La nostra cucina risente molto dell’influenza dell’Algarve, regione del sud del Portogallo – conclude Ana Mercês –. Ecco perché in alcune ricette si ritrovano ingredienti come i fichi, le mandorle, la carruba e le uova. Ma gli ingredienti non bastano, perché per cucinare ci vuole la giusta dose di passione, pazienza e fantasia».

______________________

Il libro di Ana Mercês Sota è in vendita alla "Libreria del corso" e alla Libreria "Croci" di Varese.
A Gallarate lo si puo’ trovare da "Carù" e all’Emporio del libro.
A Busto Arsizio da "Boragno", alla "Libreria Bramante" e alla libreria "Ubik".
A Somma Lombardo alla Libreria Mondadori.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 dicembre 2008
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.