“Non ce ne importa niente”: ai giardini Estensi il mondo del trio Lescano

Torna, dopo avere piacevolmente stupito l'Apollonio, lo straordinario gruppo vocale che racconta un decennio controverso. Con delicatezza, ironia, e qualità. In attesa delle celebrazioni per il centenario


L’appuntamento è per martedì 14 luglio: forti del successo invernale, le straordinarie Sorelle Marinetti si ripresentano per il cartellone estivo della stagione teatrale, in concomitanza con quello che nel programma è il concerto dell’orchestra Maniscalchi, che le accompagna, e in sostituzione dell’appuntamento del 2 luglio, saltato per motivi di salute delle tre “signorine” .

Turbina, Scintilla, e Mercuria (al secolo Nicola Olivieri, Marco Lugli e Andrea Allione) tornano a Varese –Dopo avere già piacevolmente stupito, quest’inverno, gli spettatori dell’Apollonio (nella foto) – a riproporre nella splendida cornice dei giardini Estensi “Non ce ne importa niente” lo spettacolo di teatro canzone che racconta con ironia e leggerezza un decennio poco battuto dalla cultura italiana, quello degli anni trenta: attraverso le canzoni del trio Lescano, senza sconti al regime che imperava, ma senza buttare via “il bambino con l’acqua sporca”.

Piacevole e adatto a tutte le generazioni, lo spettacolo delle Marinetti accontenta dai fan della Pina su Radio Deejay, a cui le tre “sorelle” hanno regalato parecchi jingles, alle persone più in età, che vedranno trattate con rispetto le canzoni della loro epoca. Soprattutto per la qualità artistica di tutti gli esecutori: dalle voci di usignolo delle sorelle marinetti all’orchestra Maniscalchi, che le accompagna. Ma è uno spettacolo che non nasce per caso: è frutto infatti di uno studio dell’autore e produttore Giorgio Bozzo, già noto agli appassionati di radio due per avere prodotto, scritto e condotto il programma – cult Dispenser.

«Ho cominciato 2 anni e mezzo fa uno studio sul trio Lescano, di cui lo spettacolo rappresenta solo una parte, diciamo l’inizio di tutta una produzione su di loro – spiega Bozzo – Sto scrivendone, infatti, anche la biografia, e durante la ricerca del repertorio musicale avviata con la Discoteca di Stato ho deciso con loro di occuparmi della realizzazione di un cofanetto da 5 cd con le loro canzoni. Il repertorio delle Lescano, infatti, non è fatto di quella dozzina di brani che tutti conoscono: al momento me ne risultano 347, e io ne ho 280. Tutte bellissime, anzi: molte di quelle nascoste o sconosciute sono molto più belle di quelle che conosciamo. Io di alcune mi sono proprio innamorato, soprattutto dopo l’ascolto in alta qualità della Discoteca, che non è stato mai riprodotto su cd o vinili.Il cofanetto conterrà una scelta di 150 brani e uscirà, con la biografia, in occasione del centenario della nascita della più grande delle sorelle, Alessandra».

La storia delle Lescano però, per ora gira l’Italia con le Marinetti, nello spettacolo che riabilita questo trio tanto noto quanto misconosciuto, il cui titolo è tratto dal titolo di una loro canzone dal testo davvero rivoluzionario per l’epoca, e per come venivano considerate le donne allora. «Lo spettacolo però non mette in scena direttamente le Lescano,  per una sorta di pudore nei confronti della loro grandezza – sottolinea Bozzo – Le Sorelle Marinetti sono un trio di signorine coeve delle Lescano e in un certo senso rivali e un po’ invidiosette. Ma con loro, tra racconti e canzoni, si riesce ad inquadrare il loro contesto storico e artistico. Cosi tra le loro parole e i loro canti si coglie, in filigrana, il racconto dell’ esperienza artistica e umana del Trio».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 luglio 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.