A cena con Lucio Dalla per aiutare i bambini

L'associazione Children First e l'amministrazione comunale cercano solidarietà tra i varesini per organizzare un concerto con l'artista bolognese. I più generosi avranno la possiblità di conoscerlo di persona

L’appuntamento è di quelli da non perdere: Lucio Dalla in concerto a Varese, al Teatro Apollonio il 16 dicembre. E c’è di più: l’artista si esibirà per raccogliere fondi a favore di Children First Varese, l’associazione impegnata dal 2003 nell’aiuto dei bambini sfortunati.
Al momento però l’evento non è confermato: l’associazione, appoggiata dall’amministrazione comunale e dall’assessore del commercio Salvatore Giordano, sta infatti cercando solidarietà tra i varesini e i più generosi avranno un “pass” speciale. Alle 60 persone (30 coppie) o aziende che contribuiranno alla serata con una donazione di mille euro, verranno riservati i posti migliori durante l’esibizione ma soprattutto saranno “ospiti di Lucio”. Dopo il concerto (il cui inizio è previsto per le 19) infatti, i donatori potranno cenare con l’artista, conoscerlo e ricevere in regalo il suo ultimo lavoro discografico autografato.
«Siamo stati a Bologna qualche giorno fa – spiega Salvatore Giordano –. Abbiamo incontrato Lucio Dalla ed è molto contento dell’iniziativa, ha preso questo impegno con molto entusiasmo. Stiamo cercando la formula perché l’evento si sviluppi nel migliore dei modi e perché si possano raccogliere fondi a favore dell’orfanotrofio che la Children Frist sta costruendo nello Sri Lanka (foto sopra). Sono sicuro che tra i varesini ci sono persone e imprenditori che possano aiutarci nel sostenere l’iniziativa».
La sola vendita dei biglietti destinati al pubblico, il cui costo sarà di 35 euro, non basta infatti a coprire i costi della serata e ad ottenere un ricavato da destinare ai bambini della guerra civile. «Abbiamo deciso di fare qualcosa di speciale e siamo molto contenti di avere tutta l’amministrazione di Varese al nostro fianco – spiega Sylvia Eibel, presidente di Children First Varese – Non è una cosa scontata e meritano di essere menzionati per dare un segno anche alle altre amministrazioni di non fermarsi mai e di fare qualcosa in più nel campo della beneficenza».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 18 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.