Abitare la natura senza stare sugli alberi

Puntoambiente è la realtà di Saronno che si pone come riferimento nel mondo delle energie rinnovabili e per il vivere in case salubri, sicure e che impattano poco sull’ambiente

Non occorre abitare sugli alberi per stare a contatto con la natura, è sufficiente fare una scelta: dotarsi di tecnologie e soluzioni a basso impatto ambientale, che permettono di risparmiare energia e denaro e di vivere in ambienti salubri. Si può ottenere tutto questo rivolgendosi a Puntoambiente, azienda saronnese che risponde al motto “molte possibilità, un solo interlocutore”.
E’ infatti questo il valore aggiunto di Puntoambiente: offrire ai propri clienti una gamma di soluzioni diverse tutte compatibili tra loro, per costruire o migliorare le nostre abitazioni o le nostre aziende tenendo un occhio puntato al portafoglio e l’altro all’ambiente e alla qualità del vivere.

Le possibilità sono in effetti molte quando si parla di energie rinnovabili e di casa e Puntoambiente interviene su ciascuna di queste. Se ci si trova di fronte alla scelta di costruire casa o di ristrutturarla, la prima possibilità è quella di costruirla in legno.
In molti credono che le case in legno non siano sicure o solide come quelle costruite in cemento e ferro, ma non è così. Il legno non è infatti meno resistente, meno sicuro o più a rischio di incendio di altri materiali. Inoltre è un elemento naturale salubre, a impatto pressochè zero e offre la possibilità di costruzioni solide e adatte a tutte le recenti norme antisismiche. Il legno, inoltre, abbinato a isolanti specifici, diventa un elemeno molto coibentante e questo favorisce ulteriormente il risparmio energetico.
Se non si deve costruire o ristrutturare casa, ma si è nella posizione di scegliere come renderla meno impattante o si vuole risparmiare energia (e quindi soldi), le scelte possono ricadere sul solare fotovoltaico e sul solare termico. La prima tecnologia, assai diffusa alle nostri latitudini e nei discorsi di tutti i giorni, permette di sfruttare l’irraggiamento solare per generare energia elettrica. L’energia elettrica può a sua volta essere usata per alimentare case e/o aziende oppure può essere ceduta al gestore nazionale. In entrambi i casi si ottiene un incentivo, sia sull’energia prodotta, che viene retribuita in maniera diversa in funzione che il nostro impianto sia integrato nel tetto, parzialmente integrato o isolato, sia su quella scambiata e reintrodotta in rete.

I pannelli installati sul tetto possono produrre energia, oppure divenire strumenti che riscaldano l’acqua. In questo caso si parla di solare termico.
Il solare termico è un sistema in grado di trasformare l’energia irradiata dal sole in energia termica, ossia calore, che può essere utilizzato negli usi quotidiani, quali ad esempio il riscaldamento dell’acqua per i servizi o il riscaldamento degli ambienti.

La produzione di calore, inoltre, può avvenire anche attraverso l’energia geotermica. Gli impianti geotermici utilizzano l’energia della terra, quella custodita sotto la superficie del terreno anche a soli 2 metri di profondità, per produrre calore. Gli impianti prelevano l’energia direttamente dal sottosuolo o dalle falde acquifere e la trasformano in calore, per soddisfare il fabbisogno termico e in energia per la climatizzazione, per dotare di aria fresca i nostri ambienti.

Tutte queste soluzioni tecnologiche sono attivabili nelle nostre case. Certo non tutte in tutte le abitazioni, ma l’importante è sapere che ogni casa può essere migliorata, risparmiare energia e quindi soldi in bolletta e divenire rispettosa dell’ambiente. Così come è importante sapere che tutte queste soluzioni possono essere richieste a un solo interlocutore, in grado di intervenire in ciascuno di questi ambiti: Puntoambiente.


di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.