Accoltellata a morte in casa

Il dramma nella prima mattinata. Indagano i carabinieri, che hanno fermato il marito della vittima come indiziato di delitto. Il figlio della coppia ha assistito al fatto di sangue senza riuscire a fermare il padre, poi ha dato l'allarme

Tragico fatto di sangue oggi, lunedì 14 settembre, a Inveruno. Alle 8.30 circa in un’abitazione di Via Liguria, una donna, Adriana S., 68 anni, è stata pugnalata a morte. A colpirla con parecchie coltellate sarebbe stato il marito, Roberto V., impiegato in pensione, al culmine di una lite. L’uomo dopo il delitto sarebbe uscito di casa in stato confusionale, per poi essere stato fermato in meno di un’ora dai carabinieri della Compagnia di Legnano, intervenuti con la polizia locale e i soccorsi, purtroppo inutili, del 118.
A rendere particolarmente drammatiche le circostanze dell’uxoricidio anche il fatto che il figlio trentenne della coppia, che avrebbe assistito al crimine senza riuscire a fermare il padre, dopo essere stato svegluiato di soprassalto dalle grida. I carabinieri lo hanno trovato in casa, sconvolto, accanto alla madre distesa in una pozza di sangue, l’arma del delitto accanto al cadavere. A dare l’allarme sarebbe stata una vicina allertata dai rumori e poi contattata dal giovane. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.