Al Ciglione servito un tris di titoli

Sul circuito della Malpensa Aperio, Compagnone e Pedri conquistano il titolo italiano con una gara di anticipo. Vittorie anche per Lombrici e Cervellin, il vergiatese D'Angelo a un passo dal tricolore nella sua categoria

La pista del Ciglione, con cinquemila tifosi a fare da cornice, ha laureato nel fine settimana tre nuovi campioni italiani al termine della quinta tappa del circuito nazionale. A conquistare l’alloro con una gara di anticipo sono stati rispettivamente Felice Compagnone nella classe Mx1 Elite, Lorenzo Pedri (Mx1 Over21) e Matteo Aperio (Mx2 Elite).

Galleria fotografica

Campionati italiani motocross 4 di 13

Compagnone (foto) è stato grande mattatore di giornata: il pilota laziale, che difenderà i colori azzurri nel Gran Premio delle Nazioni, si è imposto in entrambe le manches superando Bracesco e Pedri in Gara1, Dami e ancora Bracesco in Gara2. A Dami, atleta delle Fiamme Oro, la bella consolazione del titolo di "King of Jump" assegnato al pilota capace delle evoluzioni e dei salti più spettacolari. Le gare di Mx1 sono servite anche a Lorenzo Pedri per conquistare il tricolore, per quanto riguarda la categoria Over 21.
Il terzo titolo è andato invece al legnanese Matteo Aperio, 25 anni, nuovo campione per la Mx2 Elite. Aperio, in sella alla Honda, ha concluso nelle retrovie la prima manche ma in Gara2 non ha lasciato scampo ai rivali superando Mercandino e Lombrici. «In gara1 ero in testa ma su cambio di aderenza ho "perso" l’anteriore; il motore non partiva e un rivale mi ha pure investito» spiega il centauro legnanese che aggiunge poi: «In gara2 mi sono scatenato e non ho fatto errori. Dedico il campionato al mio fans club».
La prima gara è invece andata al vicentino Andrea Cervellin, pilota ufficiale della varesina Husqvarna: il 18enne si è aggiudicato anche il successo assoluto grazie al quarto posto nel secondo confronto. Dietro di lui Bertuzzo e un altro degli enfant du pays, il bustocco Lombrici, alla piazza d’onore anche nella classifica generale del campionato. «Volevo vincere davanti al mio pubblico ma non sono partito bene e sono stato costretto ad attaccare per rimontare».
Nella Mx2 under21 rimane aperta la contesa per il titolo nazionale; in lizza continua a esserci la grande speranza del cross varesino, il vergiatese Alessandro D’Angelo, capolista con 192 punti di vantaggio su Valente e quasi 300 su Mercandino. «Non ho commesso errori – dice D’Angelo – ma i rivali mi hanno costretto a rimontare. Però mi sono divertito e ora attendo la gara di Fermo per conquistare il titolo».

La due giorni tricolore ha rappresentato l’ennesimo esame per il Ciglione, dove proseguono le migliorie al tracciato. Eccellenti le risposte di pubblico (5000 presenze, record stagionale per la manifestazione) e di addetti ai lavori, con circa 200 piloti in griglia di partenza, più che positivi i giudizi dei tecnici federali e dei promoter Roberto Bianchini.
I RISULTATI 
Gara 1 MX2: 1. Cervellin (Husqvarna); 2. Bertuzzo (Yamaha), 3. Lombrici (Yamaha), 4. Doria (Honda), 5. Zeni (Yamaha).
Gara 2 MX2: 1. Aperio (Honda), 2. Mercandino (Honda); 3.Lombrici (Yamaha); 4.Cervellin (Husqvarna); 5.Valente (Suzuki).
Gara 1 MX1: 1.Compagnone; 2.Bracesco; 3.Pedri; 4.Dami; 5.Maggiore (tutti su Honda).
Gara 2 MX1: 1.Compagnone, 2.Dami, 3.Bracesco, 4.Pedri, 5.Beconcini (tutti su Honda).
 
CLASSIFICHE
MX1 – ELITE: 1. Compagnone 2310 punti; 2. Beconcini 1695; 3.Dami 1450.
MX1 – OVER 21: 1. Pedri 1310; 2. Tedesco 677; 3. Scabrosi 629.
MX1 – UNDER 21: 1. Maggiore 894; 2. Saletti 684; 3. Togninalli 580.
MX2 – ELITE: 1. Aperio 1927; 2. Lombrici 1360; 3. Martini 1120.
MX2 – OVER 21: 1.Doria 717; 2.Di Pauli 520; 3.Manuppiello 326.
MX2 – UNDER 21: 1.D’Angelo 1248; 2.Valente 1056; 3.Mercandino 952.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 07 settembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Campionati italiani motocross 4 di 13

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.