Ambrosia, Farioli prepara una “task force” dell’area vasta

Meglio tardi che mai: Busto "chiama" la Valle Olona e l'azienda ospedaliera per coordinare la lotta alla pianta infestante che fa ammattire gli allergici e ricopre interi campi

Ambrosia, dopo i bruciori agli occhi, gli starnuti e le crisi asmatiche, qualcosa si muove anche a Palazzo Gilardoni. Tardivamente, purtroppo – ma la pianta, come noto, ha la pessima abitudine di fiorire durante le ferie. Il sindaco di Busto Arsizio Gigi Farioli, preso atto delle molteplici segnalazioni giunte da più parti sul proliferare della pianta infestante, che ha colonizzato interi campi e tutti i bordi strada, per fare un esempio fra i tanti, della zona industriale, ha scritto ai sindaci della Valle Olona, al direttore dell’azienda ospedaliera Pietro Zoia e al primario di broncopneumologia dell’ospedale di Busto Arsizio, dott. Zanon.
La missiva ha lo scopo di avviare una serie di incontri e iniziative per mettere in grado tutte le amministrazioni locali e gli enti preposti alla tutela della salute nella zona del Bustocco di affrontare l’"emergenza ambrosia" in modo sistematico. Una "task force", insomma. Tanto più necessario visto che, come sottolineavamo anche ieri, i pollini dei confini amministrativi (nonchè dei sistemi immunitari degli allergici) non hanno il benchè minimo rispetto.
Decisione che giunge un po’ tardi per questo 2009 quella del Comune, ma tornerà utile almeno per le prossime estati.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 02 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.