Ambrosia, “il secondo sfalcio non si è ancora visto”

Ormai i solleciti, più che in Comune, arrivano direttamente ai quotidiani. Il caso diella zona di via Tevere

L’estate sfiorisce, polemiche e lamentele sull’ambrosia no. L’infestante ha prosperato quasi incontrastata: a giudicare dal numero delle segnalazioni inviateci, sembra che non sia stato possibile che opporvi dei palliativi,a  fronte di un problema generalizzato, e reso ancora più intenso da un’estate asciutta e calda. Con buona pace degli allergici.

A scriverci nuovamente sono Maria Luisa S. e vicini.
"Leggendo l’articolo ‘L’ambrosia fiorisce e il Comune che fa?‘ datato 17/08/09 vedo scritto: ‘La risposta dell’amministrazione non si è fatta attendere…’ ‘… sono in azione le pattuglie della polizia locale…’ ‘….sono già attive squadre di sfalcio a caccia della temuta pianta…’ ‘…. come è avvenuto nella zona di via Tevere…’.
"Mi riferisco proprio a questa zona" precisa la nostra lettrice "e voglio ricordare che l’ordinanza comunale datata 4 giugno 2009 cita ‘aree in ambito urbano n° 2 sfalci da eseguirsi nei seguenti periodi: ultima settimana del mese di luglio e fine seconda o inizio terza decade del mese di agosto’. Il primo sfalcio" riferisce "è stato effettuato solo dopo che è apparso un nostro articolo sul Vs. giornale ‘L’ambrosia e l’ordinanza che nessuno rispetta’  in data 05/08/09". Potenza dei media…
"Per l’ennesima volta ormai da più di 10 anni abbiamo segnalato la situazione agli organi competenti. Siamo al 13 settembre il secondo sfalcio non è ancora stato effettuato. Le piantine sono alte da 15 a 20 e più centimetri in piena fioritura. Ci sono ben 3 famiglie confinanti a mia conoscenza costrette a far uso di farmaci, anche cortisonici. Ora mi ritrovo a dover nuovamente scrivervi nella speranza che
qualcosa si muova!"

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.