Appuntamenti culturali allo spazio ScopriCoop, tra Distretto 51 ed Educazione Siberiana

Sabato 12 si presenta la vera storia della "band" di cui è membro il ministro Roberto Maroni, scritta da Gianni Beraldo; venerdì 18 tocca al romanzo di formazione di Nicolai Lilin, ambientato nel sottobosco criminale dell'ex URSS

Prosegue intensa l’attività dello spazio ScopriCoop di Varese (c/o Coop di via Daverio, 44, primo piano)

Sabato 12 settembre alle ore 18 per "Un libro alla Coop" si presenta SHOT GUN BLUES-la vera storia del Distretto 51 and the Capric Horns, di Gianni Beraldo, edito per i tipi di Macchione Editore.
Insieme all’autore interverrà il giornalista e musicologo Davide Ielmini. Una copia del libro sarà data in omaggio ai soci di Coop Lombardia (fino ad esaurimento scorte).

IL VOLUME

La storia musicale del Distretto 51 nasce ufficialmente col concerto tenuto a Malnate il 4 dicembre 1983. In realtà molti componenti suonavano assieme già dai tempi dell’oratorio (di Giubiano) che fu la prima base logistica. Dopo l’immediato successo, la storia si è sviluppata con una serie di concerti ed eventi importanti come il Porretta Festival. Negli ultimi anni il gruppo ha avuto una particolare rinomanza per la presenza fra i componenti storici della band del Ministro Roberto Maroni.

L’AUTORE

Gianni Beraldo nato a Varese nel 1961. Laureato in Scienze della Comunicazione, è giornalista freelance dal 1997. In ambito musicale ha collaborato per diversi quotidiani tra cui “La Prealpina” e la “Provincia” di Varese. Inoltre ha scritto anche per alcune riviste di musica specializzata come il mensile “Jam” e “Buscadero”. Noto anche in veste di promoter e organizzatore a livello locale, ha prodotto dischi e curato il management per alcuni gruppi italiani.

Mercoledì 16 settembre ore 18, per "I caffè filosofici", in collaborazione con Universauser si terrà un incontro sul tema INVECCHIARE E MORIRE. Conduce Valerio Crugnola. Ulteriori incontro sono previsti il 23 ed il 30 settembre. Per partecipare agli incontri non occorre alcuna dimestichezza con il pensiero filosofico. Servono invece una buona dose di curiosità, di ironia e di apertura mentale, il gusto di ascoltare altre opinioni e la voglia di dire la propria senza presunzione e senza troppe divagazioni.

Si rifletterà sul fatt, che ha intrigato generazioni di filosofi e religiosi, che se ogni vivente è destinato prima o poi a morire, l’uomo è l’unico ad averne consapevolezza. Proprio su questo ha costruito in ultima analisi tutte le sue forme di civiltà e di cultura, volte ora a coltivare la speranza di una vita oltre la morte, ora ad aiutarci ad accettare serenamente la nostra finitezza.

Venerdì 18 settembre ore 21 per "Un libro alla Coop", in collaborazione con ARCI, si presenta EDUCAZIONE SIBERIANA di Nicolai Lilin, successo edito da Einaudi editore. Anche in q uesto caso una copia del libro sarà data in omaggio ai soci di Coop Lombardia fino ad esaurimento scorte.

"Educazione Siberiana”, è un romanzo autobiografico di cui è protagonista l’autore, allora minorenne, coi suoi giovanissimi compagni d’avventura. Un libro d’esordio che rievoca i passaggi cruciali di un’adolescenza pericolosa, vissuta al crepuscolo dell’Urss nel "ghetto criminale" della Transnistria, tra Moldavia e Ucraina, dove negli anni ‘30 Stalin deportò gli irriducibili fuorilegge siberiani, discendenti degli Urki, leggendari briganti della Taiga e temibili compagni di prigionia dei deportati del Gulag. Un genere di individui feroci ma non privi di un distorto sistema interno di valori e norme da rispettare.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.