L’Ascom: «Non cancellate i parcheggi sotterranei»

Appello alla società che riqualificherà piazza Vittorio Emanuele con un progetto che prevede nuove palazzine e un autosilo perchè non elimini quest'ultimo

Riceviamo e pubblichiamo un comunicato dell’Associazione Commercianti di Busto Arsizio relativo alla costruzione del parcheggio sotterraneo in piazza Vittorio Emanuele. L’intervento, che fa parte di quello più ampio che prevede la riqualificazione dell’intera piazza con nuovi edifici residenziali e commerciali, è stato approvato nei mesi scorsi ma non ha ancora visto l’inizio dei lavori. L’intervento fu anche oggetto di un referendum che chiedeva di non costruire il parcheggio sotterraneo. Da più parti, inoltre, si parla di un ridimensionamento dello stesso intervento con l’eliminazione del parcheggio sotterraneo. Ecco l’appello dell’Ascom.

In merito alla situazione relativa al progetto di riqualificazione di Piazza Vittorio Emanuele esprimiamo la posizione ufficiale della nostra Organizzazione. Come dichiarato a più riprese dai nostri Rappresentanti, ci troviamo in una fase di evoluzione e trasformazione del nostro settore. Sulla rampa di lancio l’innovativo progetto del Distretto Urbano del Commercio del centro storico, che prevede la creazione di una situazione ideale sia per le attività produttive, sia per i cittadini residenti e non che frequentano l’area. Abbiamo la necessità impellente di migliorare l’accoglienza, l’accessibilità, la mobilità, la sicurezza e, di conseguenza, sono necessari alcuni interventi strutturali di riqualificazione urbana.

E’ pertanto nostro dovere sostenere i coraggiosi imprenditori che, pur in un momento difficile per l’economia, si mettono in gioco con importanti progetti di investimento sul nostro territorio. Auspichiamo che l’intervento di Piazza Vittorio Emanuele II abbia presto inizio e si concluda nei tempi e nelle modalità previste dal progetto. In particolare riteniamo essenziale che l’intervento non elimini o allontani gli attuali parcheggi a raso, ma li sostituisca con i previsti posti sotterranei. La città non merita di avere ancora all’interno di uno dei suoi luoghi più storici un’ampia zona abbandonata al degrado, merita invece di essere dotata di tutti gli strumenti utili a garantire il suo sviluppo e la sua valorizzazione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.