Autorizzazione Integrata Ambientale: come fare

L'incontro è all'interno del Programma “inFORMARSI”, i corsi gratuiti di aggiornamento per il personale delle imprese associate all’Unione degli Industriali della Provincia di Varese

Riprende, dopo la pausa estiva, il Programma “inFORMARSI”, i corsi gratuiti di aggiornamento per il personale delle imprese associate all’Unione degli Industriali della Provincia di Varese. Il primo incontro post-ferie sarà dedicato al tema: “Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA): il tariffario regionale”.

L’appuntamento è per mercoledì 30 settembre 2009, alle ore 10.00, nella Sede di Busto Arsizio dell’Unione Industriali, in via Mameli, 1. I gestori di impianti IPPC (Integrated Pollution Prevetion and Control) – le strutture produttive legate, tra gli altri, ai settori dell’energia, dei metalli, della lavorazione dei prodotti minerali, della chimica e della gestione rifiuti – devono ottenere dall’autorità competente la cosiddetta AIA: Autorizzazione Integrata Ambientale. Questo dopo un’approfondita istruttoria realizzata anche tramite verifiche, accertamenti e sopralluoghi, i cui oneri sono, per legge, a carico dell’impresa.

Proprio il tariffario da poco adottato dalla Regione Lombardia, che individua tali costi oltre a quelli per i successivi controlli, sarà al centro dell’incontro a cui interverranno, in qualità di relatori, rappresentanti della Direzione Generale Qualità dell’Ambiente dell’ente territoriale. Tra questi, Carlo Licotti e Roberto Esposito. Le loro relazioni saranno precedute dall’introduzione di Claudio Mangano, responsabile dell’Area Ambiente dell’Unione.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 28 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.