Benvenuti nel tessile, dove la crisi non passa mai

L'analisi di Ernesto Raffaele della segreteria della Filtea-Cgil: «A chi dice che la crisi sta passando rispondo che potrebbero saltare altre realtà industriali del settore»

Se dal governo arrivano messaggi rassicuranti sull’rmai imminente superamento della crisi economica i lavoratori del tessile del Basso Varesotto continuano ad essere preoccupati, esattamente come prima. Il settore, infatti, non conosce uscita da una crisi che continua da ormai molti, troppi anni. A pagarne le conseguenze sono soprattutto i dipendenti che, spesso, vivono solo dello stipendio: «Al rientro dalle ferie non vediamo differenze rispetto a luglio – commenta Ernesto Raffaele della segreteria provinciale Cgil-Filtea – le richieste di cassa integrazione ordinaria continuano a giungere copiose, quindi non capiamo dove debba essere l’ottimismo, almeno in questo settore». Continuano a mancare gli ordini, alcune imprese temporeggiano sui pagamenti facendo aumentare l’indebitamento delle famiglie mentre le piccole e medie imprese continuano ad avere difficoltà con il credito bancario: «Questi elementi continuano a pesare esattamente come prima su aziende e lavoratori – sottolinea Raffaele che poi sottolinea  – e visto che le banche temporeggiano, alcune azende lo fanno con i lavoratori non pagando regolarmente gli stipendi». Raffaele lo definisce effetto fattucchiera, nel senso che i datori di lavoro non pagano e i dipendenti restano bloccati finchè non ricevono i soldi. A settembre, dunque, la situazione non sembra essere delle più felici in vista di un caldo autunno «quando – conclude Raffaele – potrebbero saltare altre realtà del settore».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.