Bergamaschi: “Una nuova Tac arriverà entro fine anno”

Il direttore generale dell'Azienda ospedaliera replica alla denuncia del lettore in merito alla capacità di assistenza del Del Ponte

La segnalazione del paziente è nota all’Azienda ospedaliera che infatti ha già avviato le procedure per la sostituzione della TAC esistente all’Ospedale del Ponte, avendo registrato l’aumento della frequenza del numero dei guasti su un’apparecchiatura che non può d’altra parte considerarsi obsoleta, essendo in uso da circa 5 anni. Nel mese di luglio sono state definite, insieme ai nostri radiologi, le caratteristiche della nuova apparecchiatura e contiamo che la procedura di acquisizione si possa completare entro l’anno.
Nei prossimi mesi, quindi, l’apparecchio verrà sostituito, al fine di mantenere il parco tecnologico dell’Azienda, nei suoi diversi presidi, aggiornato ed efficiente. Va detto, al proposito, che gli investimenti per l’ammodernamento delle apparecchiature, in particolare nella diagnostica per immagini, è stato, negli ultimi anni, assolutamente significativo.
Oltre alla fornitura per l’avviamento del nuovo ospedale, ricordiamo che fra il 2008 e il 2009 sono state acquisite 2 nuove gamma camere per la Medicina nucleare, la nuova Risonanza Magnetica ed un mammografo destinato all’Ospedale di Luino
Vorrei invece rassicurare il vostro lettore riguardo a due timori che manifesta: la qualità e la sicurezza nell’assistenza dei bambini, oggi garantita dal presidio, e la volontà di proseguire nel progetto di
creazione di un Polo materno infantile presso l’Ospedale Del Ponte.
La possibilità che apparecchiature sofisticate possano avere guasti è prevista in ognuno dei Presidi dell’Azienda e per questi casi sono state definite delle procedure che vengono attivate al fine di garantire al paziente il mantenimento delle stesse possibilità assistenziali. E’ stato così anche nel caso del bambino del vostro lettore e dei piccoli pazienti ricoverati presso l’Ospedale, che hanno potuto eseguire l’esame con le apparecchiature TAC presenti presso l’Ospedale di Circolo (a poche
centinaia di metri dall’Ospedale Del Ponte). L’innovazione tecnologica, inoltre, permetterà presto, anche all’Ospedale del Ponte, di visionare e refertare in loco anche immagini diagnostiche realizzate in altri siti.
Riguardo agli sforzi compiuti per proseguire nel continuo miglioramento della capacità assistenziale del Presidio, sforzi che devono accompagnare il rinnovamento della struttura, vorrei citarne solo qualcuno, come l’attivazione della collaborazione con i chirurghi del Policlinico di Milano, che ha già permesso qualche mese fa di eseguire un complesso intervento su un neonato, il progressivo orientamento pediatrico dell’unità di Cardiologia dell’Ospedale Del Ponte, l’attivazione del Day Hospital
oncopediatrico, in grado di operare in rete con i centri di eccellenza lombardi per la cura dei tumori pediatrici.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 10 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.