Berlusconi: “Mai pagato le donne, io il miglior presidente degli ultimi 150 anni”

Intervento fiume del presidente del consiglio alla conferenza stampa con il premier spagnolo Jose Luis Zapatero in cui ha risposto alle domande di un giornalista di "El Pais". Forte attacco anche alla stampa

«Sono di gran lunga il miglior presidente che l’Italia abbia potuto avere in 150 anni della sua storia», a dirlo è il presidente del consiglio Silvio Berlusconi durante la conferenza stampa con il premier spagnolo Jose Luis Zapatero alla Maddalena per l’incontro bilaterale Italia-Spagna.
Il premier ha risposto alla domanda di un giornalista di El Pais che gli aveva chiesto conto del “giro di prostituzione e delle “veline” che andavano alle sue feste”.
A quel punto Berlusconi è stato un fiume in piena: «Non c’è nessun giro di prostituzione sono menzogne, sono stato vittima di un attacco di una persona che ha voluto creare uno scandalo. E comunque anche in quel caso è venuto fuori che non ho mai pagato una donna. Perché a pagare non c’è gusto, preferisco conquistare».
«Io – ha spiegato il premier – mi sono limitato ad andare a cena con delle ragazze portate da Tarantini. Del resto – ha poi esclamato rivolgendosi alla platea maschile – io dico che alzi la mano tra i maschi qui presenti a dire che non è una cosa gradevole quella di sedersi a un tavole e, anziché trovarsi soltanto persone lontane dall’estetica, poter posare gli occhi su delle presenze femminili gradevoli e simpatiche».
Poi il premier è tornato su Patrizia D’Addario, la escort che ha dichiarato di aver avuto una prestazione sessuale con il Cavaliere sotto compenso dell’imprenditore barese Gianpaolo Tarantini: «Con i quattro reati di cui è responsabile, in totale, rischia 18 anni di carcere. Non ho ancora deciso se fare causa».
Poi un nuovo attacco contro la stampa: «C’è disinformazione, vedo citate sui giornali cose che non ho mai detto, per questo dopo quattro mesi ho fatto partire le cause contro Repubblica e Unità». Nel mirino finisce anche il Pais e il suo giornalista: «Non bisogna essere faziosi. Si vede che lei legge solo Unità e Repubblica e potrei aggiungere anche tante cose che lei scrive sul suo quotidiano, ma le evito. Di questo passo si va verso la caduta delle copie, dei lettori e della pubblicità. Così si va verso il fallimento. E il Pais dovrebbe saperne qualcosa…».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 11 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.