Caianiello e Miano rinviati a giudizio per concussione

Dopo quasi cinque anni dall'apertura dell'inchiesta il giudice Marzagalli ha deciso. Il 16 dicembre via al processo

E’ stato deciso, a sorpresa, questa mattina il rinvio a giudizio nei confronti di Gioacchino Caianiello, influente uomo politico del Pdl gallaratese e presidente di Amsc, e dell’architetto Piermichele Miano accusati dalla Procura di Busto Arsizio, di concorso in concussione nei confronti del noto costruttore Leonida Paggiaro. A decidere è stata il nuovo giudice per l’udienza preliminare del tribunale bustese Cristina Marzagalli che ha sostituito Chiara Venturi, trasferitasi ad Acqui Terme. Proprio quel trasferimento aveva fatto pensare ad un nuovo slittamento della decisione del tribunale bustese, ma così non è stato. Il giudice, dopo circa un’ora di camera di consiglio, ha deciso che il processo nei confronti di Caianiello e Miano inizierà il 16 dicembre prossimo.

L’accusa (Pm Roberto Pirro) sostiene che i due abbiano intascato una mazzetta da circa 400 mila euro sulla base delle accuse rivolte loro dallo stesso costruttore Leonida Paggiaro per velocizzare le pratiche che hanno portato alla costruzione del supermercato Esselunga nell’area ex-Maino a Gallarate. I fatti risalirebbero al 2004 quando, sulla base delle rivelazioni dell’imprenditore gallaratese, coinvolto in un altro procedimento a Verbania sempre per concussione, la procura di Busto Arsizio aprì un fascicolo sull’allora progettista Miano e sul segretario provinciale di Forza Italia dell’epoca, Nino Caianiello. Le indagini furono condotte dal sostituto procuratore Cristiana Roveda, mentre fu Giovanni Polizzi a chiuderle, chiedendo il rinvio a giudizio. Nel turn-over dei magistrati il fascicolo è finito, infine, nelle mani del sostituto procuratore Roberto Pirro, che sta indagando anche su un caso di peculato che vede protagonista lo stesso Caianiello. A quasi 5 anni dall’inizio dell’indagine, dunque, si arriva ad un punto fermo della vicenda: per il giudice, dunque, vi sono i presupposti per istruire un processo nei confronti di Caianiello e Miano.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.