Cassa integrazione “permanente” per 35 alla Siac

La Fiom gallaratese contesta. "Nessuna rotazione effettuata dal dicembre scorso per questi lavoratori: un danno economico netto per dipendenti che potrebbero già ora essere individuati, erroneamente,come esuberi"

Riceviamo e pubblichiamo

Si è svolto oggi un incontro tra la direzione SIAC, Confindustria, RSU, FIM-CISL e FIOM-CGIL in merito alla richiesta dell’azienda di ulteriori 12 settimane della cassa integrazione guadagni ordinaria, per il periodo dal 7 settembre al 28 novembre 2009.

La SIAC, storica industria di minuterie metalliche di Cavaria, ha avviato dall’8 dicembre 2008 il ricorso alla cassa integrazione ordinaria per circa 250 operai e 50 impiegati. In tutto questo periodo (39 settimane di CIG) non ha attuato alcuna rotazione, pur se gli accordi sindacali la prevedevano.
Dall’apertura della cassa ad oggi 35 lavoratori, di cui 17 invalidi e lavoratori a part-time, sono stati sospesi continuamente in cassa integrazione a zero ore.
Essere esclusi dalla modalità della rotazione significa, prima di tutto, guadagnare molto di meno, quasi il 60% della retribuzione ;…ed inoltre in questo modo si viene individuati erroneamente prima del tempo come esuberi.
La FIOM-CGIL ha espresso forte dissenso su questo modo di procedere della direzione SIAC sia in relazione al fatto che in alcuni reparti si attuano straordinari e sia dal fatto che non può essere utilizzato un ammortizzatore come la cassa integrazione mirato a penalizzare i dipendenti che sono poco simpatici e più deboli.
La FIOM, nel caso l’azienda mantenga questa posizione, si attiverà nei prossimi giorni per organizzare iniziative di mobilitazione non escludendo di valutare possibili iniziative legali.

Gallarate 3 settembre 2009
Per FIOM-CGIL Zona Gallarate

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 03 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.