Chi si ama si sieda. In bici

"Ciclocittà" presenta la "settimana europea della mobilità sostenibile" dal 16 al 22 settembre. Sconti nei negozi del centro, basta pedalare




Come sarebbe la città se provassimo a muoverci tutti in bicicletta e con i mezzi pubblici? Forse è un’utopia, ma i sostenitori della bicicletta volano alto: «I cittadini sono invitati a non usare né auto né moto private ma a servirsi di mezzi alternativi di trasporto». È la proposta della Settimana europea della mobilità sostenibile, in programma dal 16 al 22 settembre, fatta propria da Ciclocittà e dal Comune di Varese, nell’ambito del progetto Vainbici, che vuole sostenere la “cultura delle due ruote” in città.
L’iniziativa parte mercoledì 16 settembre, quando Ciclocittà accoglierà i “ciclisti urbani” con un piccolo omaggio, i sei punti distribuiti tra gli accessi alla città e Piazza Monte Grappa. Nel weekend è invece previsto un momento “turistico-ricreativo”, con la visita su due ruote delle ville e dei parchi della città: le visite guidate partiranno da Piazza Monte Grappa, sabato alle 15 e domenica alle 9,30. La chiusura della settimana è prevista martedì  22 settembre, con il raduno dei varesini in bicicletta, dalle 17,30 alle 19,30: si potrà sottoscrivere il Manifesto dei varesini in bicicletta, per partecipare subito dopo alla “pedalata del sindaco”, a cui dovrebbero partecipare – come suggerisce il nome – anche alcuni assessori e il sindaco Attilio Fontana.
«La settimana europea della mobilità è una iniziativa nazionale della Fiab che vuole sottolineare non tanto l’uso turistico della bicicletta, quanto quello quotidiano» spiega Rossana Chiodi di Ciclocittà. «Andare in bici – continua la Chiodi – non fa bene solo a se stessi, ma anche alla città, contribuendo a ridurre il traffico automobilistico».  L’iniziativa è stata promossa anche con l’appoggio dell’ASL di Varese, rappresentata dal direttore generale Pierluigi Zeli, e dalla Confesercenti: «Volevamo dare il segnale che i commercianti non sono assenti su una questione così importante» spiega Alessandro Milani. I commercianti hanno proposto una serie di sconti, disponibili in molti negozi cittadini esibendo la spilletta della manifestazione, disponibile negli stand allestiti in città.
Ma al di là delle iniziative previste nella settimana, lo scopo principale della manifestazione rimane la promozione di una cultura della bicicletta come mezzo da impiegare nella vita di ogni giorno, «per andare al lavoro, a scuola o a fare la spesa». L’ha ribadito anche l’assessore ai lavori pubblici Gladiseo Zagatto: «L’amministrazione sta lavorando per aumentare l’uso della bicicletta: vogliamo creare una rete ciclabile, ma anche migliorare lo scambio treno/bicicletta».
Il lavoro da fare non è poco, se si pensa che le piste ciclabili praticamente non esistono, così come i parcheggi per le due ruote alle stazioni. Ma la ciclabilità non è fatta solo di piste ciclabili: così il Comune si sta muovendo su più fronti, dall’educazione all’apertura delle corsie preferenziali degli autobus alle biciclette. Gli interventi fanno capo al progetto comunale “Vainbici”, sostenuto anche da Fondazione Cariplo. «Le varie iniziative, dal bike sharing alle modifiche alle piste ciclabili, ai parcheggi d’interscambio saranno integrate nel Piano urbano della mobilità» spiega l’architetto Valeria Marinoni, responsabile del progetto.
In attesa degli interventi sulle strade, gli organizzatori sognano una invasione di ciclisti “urbani” nei prossimi giorni. Che possa essere il segnale di una cultura delle due ruote che metta radici anche a Varese.

QUI L’ELENCO DEI NEGOZI CHE FANNO GLI SCONTI

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 14 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.