Chiusura scuole, la giunta prende tempo

L'assessore Tomassini: valuteremo se tenere conto di altri criteri oltre a quello numerico

La giunta comunale, dopo le proteste dei genitori, anche sotto la sede della Lega, ha deciso che prenderà tempo e sta considerando l’ipotesi di introdurre altri criteri nella scelta delle scuole che dovranno chiudere l’anno prossimo. E’ quanto emerso dalla giunta comunale di oggi, mercoledì 23 settembre. “Lo studio che abbiamo fatto – dichiara l’assessore Patrizia Tomassini – era approfondito e aveva rivelato che quelle quattro scuole rispondevano ai criteri che avevamo individuato per la chiusura. Dalla riunione di giunta di oggi, pur confermando il buon lavoro fatto, abbiamo tratto una conclusione in più. E cioè, ci siamo presi un ulteriore periodo di riflessione e confronto, per verificare se sia necessario fare questa valutazione tenendo anche di altri criteri e solo di quello numerico. Pensiamo che sia giusto prendere in esame anche altri dati”.
Le quattro scuole destinate a chiudere sono la De Amicis di Valle Olona, la Mameli della Rasa, la Foscolo di Bosto, la Cairoli di Biumo. Le proteste dei genitori sono state, in questi giorni, molto decise. La decisione spetta al consiglio comunale e già il 28 settembre il caso scuole è stato inserito nell’ordine del giorno, anche se, visti i tempi del consiglio, difficilmente se ne potrà discutere in quella sede.  

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 23 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.