“Comportamento irresponsabile”: l’ex vicesindaco cacciato dalla Giunta

Alberto Mailli aveva già perso le deleghe da assessore. Il sindaco Felli all'attacco: «È la terza volta che devo intervenire per salvaguardare la maggioranza»

Nuovo cambiamento nella Giunta del Comune di Gemonio: dal governo ristretto del paese esce infatti definitivamente l’ex vicesindaco, Alberto Mailli, per decisione del primo cittadino Fabio Felli. Una mossa che stupisce fino a un certo punto; Mailli infatti da alcuni mesi non aveva più né la carica di vicesindaco né la precedente delega di assessore ai lavori pubblici in seguito ad alcune divergenze che tra l’altro lo avevano portato in un’occasione a votare con le minoranze.
Ora il taglio definitivo, che segue gli altri avvenuti nel corso della legislatura in corso. Nel 2005 saltò l’assessore esterno (leghista) ai servizi sociali, Elena Zezza mentre nel 2007 venne tolto l’incarico di capogruppo di maggioranza a Francesco Magrin, da tempo il consigliere più vicino alle posizioni di Mailli.

Durissimo, nella circostanza, il commento del sindaco Felli: «Questa è una scelta che ho fatto con rammarico, vista l’importanza e la gravità del suo significato, però è stato imposto dai comportamenti di Mailli, gravemente lesivi dell’immagine di compattezza e di unione che dovrebbero regnare all’interno di una compagine di governo».
Il primo cittadino, eletto per la prima volta nel 2005, torna anche sui casi Zezza e Magrin e lo fa in modo altrettanto deciso: «La verità sulle cause che hanno portato queste persone in aperto contrasto con me e con la maggioranza vanno ricercate in questioni e rancori di carattere personale che nell’ottica di amministrare il paese dovrebbero essere accantonate. Invece è stato adottato un comportamento lesivo anche dell’interesse della comunità che stiamo amministrando e ciò a mio avviso è inaccettabile».
Prosegue Felli: «Ritengo che questa amministrazione abbia lavorato bene fino a oggi, nonstante le innumerevoli difficoltà poste dall’interno; non ho mai preteso un’obbedienza cieca ma dopo aver tentato di ricomporre certe situazioni ho dovuto prendere decisioni drastiche. Le persone che antepongono le proprie ambizioni personali e i vecchi rancori assumono un atteggiamento pericoloso e irresponsabile del quale devono assumersi la piena e pesante responsabilità di fronte all’intera comunità e ai cittadini che li hanno eletti».

Insomma, a pochi mesi dal voto amministrativo, il clima politico di Gemonio inizia a farsi teso. Come detto l’estromissione di Mailli poteva essere prevedibile, meno le parole pesanti di Felli. Ora la prossima mossa sarà dell’ex vicesindaco o, eventualmente, delle due compagini di minoranza che da Mailli e Magrin paiono comunque piuttosto lontane. A meno di clamorosi avvicinamenti che sarebbero, francamente, molto sorprendenti. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 08 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.