Continua il mistero per la donna scomparsa a Castelveccana

Ieri le udienze al tribunale di Varese che la coinvolgevano sono andate deserte: non si è presentato nemmeno l'ex marito, protagonista con lei di una separazione molto travagliata

Sono andate deserte le udienze che coinvolgevano Patrizia Rognoni, la donna scomparsa giorni fa a Castelveccana, e il suo ex marito.
Ieri presso il tribunale di Varese erano previste due udienze, una per maltrattamenti richiesta dalla signora contro l’ex coniuge, e una per sottrazione di minore richiesta dall’ex marito: denunce a margine di una separazione particolarmente travagliata che era avvenuta nel 2004.
A quelle udienze, però, non si è presentato nessuno: né la donna, ovviamente, di cui non si hanno notizie da giorni e la cui scomparsa è stata oggetto di ricerche intensissime da parte di carabinieri, soccorso alpino e vigili del fuoco, né l’ex marito, che pure in una di queste era il querelante.
Il mistero perciò resta fitto, dietro l’ombra di un rapporto famigliare turbolento e pieno di cambiamenti traumatici: la donna, milanese, viveva a Castelveccana con la figlia solo da un anno, dopo avere trascorso un certo periodo a Luino.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.