Controlli serali dei carabinieri

Militari in azione in città: ecco il bilancio del weekend

I Carabinieri della Compagnia di Varese hanno intensificato i servizi di prevenzione e controllo del territorio. Sulla base di quanto previsto dai “Patti per la Sicurezza”, Carabinieri e Polizia Locale in questo fine settimana hanno infatti collaborato nei servizi di controllo del territorio. Nell’ambito delle proprie competenze, specificità e peculiarità hanno effettuato un’operazione “congiunta”, monitorando in particolar modo la zona del centro storico, delle stazioni ferroviarie e del Lungolago controllando locali ed esercizi pubblici. In particolare sono state approfondite le analisi in ambito amministrativo a cura della Polizia Locale che ha controllato licenze ed autorizzazioni e concluso la serata con sanzioni amministrative per un importo complessivo di 1.000 euro.  Numerosi poi i posti di controllo dei militari della Compagnia di Varese, con equipaggi dell’Aliquota Radiomobile e delle Stazioni, lungo le arterie stradali più interessate alla “movida”. L’intera operazione ha permesso di segnalare due ragazzi all’Autorità Amministrativa quali assuntori, in quanto trovati in possesso di tre grammi di hashish a testa. Due pregiudicati sono stati denunciati in stato di libertà per “porto abusivo di oggetti atti ad offendere” poiché, a seguito di perquisizione personale, venivano trovati in possesso di coltelli del genere proibito. I Carabinieri della Compagnia hanno controllato anche un capannone dismesso appena fuori città solitamente utilizzato come dormitorio per senza tetto scoprendovi all’interno tre extracomunitari, tutti privi di documenti di identificazione. Per loro la Questura di Varese ha emesso tre decreti di Espulsione. In particolare i Carabinieri del Comando Stazione di Varese hanno tratto in arresto, in esecuzione di un Ordine di Carcerazione, due pregiudicati varesini in temporaneo affidamento ai servizi sociali del Comune di Varese. I due, con precedenti per “spaccio di sostanze stupefacenti”, si erano però mostrati insofferenti alle regole della Comunità mettendo in atto comportamenti violenti nei confronti degli operatori. La loro condotta, tempestivamente segnalata dai Carabinieri al Tribunale di Sorveglianza di Milano, ha disposto la revoca della misura dell’affidamento in prova in quella detenzione in un istituto di pena, il carcere “Miogni” di Varese. 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 13 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.