Ecco gli esperti che studieranno la città

Una breve presentazione degli architetti che si occuperanno di coordinare i progetti di studio sulla città

Ecco, una ad una, la breve biografia degli architetti che parteciperanno al progetto di studio della città di Varese

Galleria fotografica

Architetti per Varese 4 di 9

Francisco AIRES MATEUS
Collabora con Gonçalo Byrne dal 1987 ed è professore dal 1999. È stato invitato a tenere seminari in Portogallo e Brasile. Lavora con il fratello Manuel Aires Mateus dal 1988 e con lui ha vinto premi in Portogallo, Italia, Messico e Spagna.

Manuel AIRES MATEUS
Collabora con Gonçalo Byrne dal 1983 ed è professore dal 1986. Visiting professor all’Università Autonoma di Lisbona e alla Università Lusíada di Lisbona, nonché a Harvard. È stato invitato a tenere seminari in Europa, Sud America e Asia. Con il fratello Francisco Aires Mateus ha vinto premi in Portogallo, Italia, Messico e Spagna.

Michele ARNABOLDI
Si laurea nel 1979 al Politecnico Federale di Zurigo, dove è assistente di progettazione e di diploma dal 1982 al 1984 presso la cattedra di Dolf Schnebli. Dal 1979 al 1985 lavora presso lo studio d’architettura di Luigi Snozzi. Nel 1985 apre un proprio studio. Dal 1986 partecipa a concorsi nazionali e internazionali ricevendo diversi riconoscimenti. Nel 1994-1995 è visiting professor alla Washington University St. Louis.

Martin BOESCH
Dal 1982 è titolare di uno studio con Elisabeth Boesch. Realizza opere in Svizzera, Germania, Giappone e Hong Kong. Tra i lavori più importanti si possono annoverare la ristrutturazione e il rinnovo dell’Amtshaus III a Zurigo; il Maag-Areal a Zurigo, con Diener & Diener; il padiglione “Oui!” all’Expo 02, Yverdon; il Progetto GA 200 UNO a New York. È stato docente presso i Politecnici Federali di Losanna e Zurigo, presso l’Istituto di Architettura di Ginevra e alla Scuola Superiore di Arti Figurative di Amburgo.

Esteban BONELL
Laureato in architettura a Barcellona, è stato professore presso la Scuola di Architettura della capitale catalana. Dal 1998 è visiting professor al Politecnico Federale di Losanna e all’Università di Parigi-Belleville, nonché membro di diverse giurie internazionali. Ha vinto numerosi premi, tra cui il Mies van der Rohe Award nel 1992.

Mario BOTTA
Laureato in architettura all’Istituto Universitario di Architettura di Venezia, ha insegnato ai Politecnici Federali di Losanna e Zurigo, ed è professore honoris causa presso diverse università. Con Aurelio Galfetti ha fondato nel 1996 l’Accademia di architettura di Mendrisio (Università della Svizzera italiana). Nel corso della sua carriera ha ricevuto importanti riconoscimenti internazionali. Ha realizzato opere in tutto il mondo.

Marianne BURKHALTER
Ha lavorato come architetto a Firenze (Superstudio), New York e Los Angeles (Studio Works), ed è stata uditrice all’Università di Princeton. Ha svolto attività didattiche alla SCI-ARC di Los Angeles e al Politecnico Federale di Losanna. Insieme a Christian Sumi dirige uno studio di architettura a Zurigo che ha acquisito fama internazionale grazie, tra le altre cose, agli innovativi edifici in legno e alle particolari colorazioni policrome. Attualmente lo studio si occupa di ristrutturazioni di edifici industriali e di urbanizzazione dello spazio alpino, nonché di allestimenti di mostre: Gottfried Semper (Zurigo 2004), Robots (Zurigo 2009).

Antonio CITTERIO
Laureato in architettura al Politecnico di Milano, lavora dal 1972 nel campo del design per numerose aziende. Svolge contemporaneamente attività progettuale realizzando edifici e sviluppando interni in Italia e all’estero. Tiene seminari e conferenze in tutto il mondo. Il suo lavoro è oggetto di numerose mostre e pubblicazioni.

Marc-Henri COLLOMB
Ha studiato a Losanna e a New York (Cooper Union), laureandosi presso il Politecnico Federale di Losanna. È stato visiting professor al Politecnico Federale di Losanna e alla Pennsylvania University. È contitolare dell’Atelier Cube di Losanna, al quale l’Institut für Geschichte und Theorie der Architektur del Politecnico Federale di Zurigo ha dedicato una mostra nel 1997.

Quintus MILLER
Nato ad Aarau (Svizzera), studia al Politecnico Federale di Zurigo e dal 1990 al 1994 è assistente di progettazione ai Politecnici Federali di Losanna e Zurigo. Dal 1994 è titolare con Paola Maranta di uno studio d’architettura. Professore invitato ai Politecnici Federali di Losanna e Zurigo, dal 2004 al 2008 è stato membro della Commissione di pianificazione della città di Lucerna e dal 2005 è membro della Commissione dei beni culturali della città di Zurigo.

Valerio OLGIATI
Laureato in architettura nel 1986 al Politecnico Federale di Zurigo. Dal 1993 al 1995 ha vissuto e lavorato a Los Angeles. È stato visiting professor al Politecnico Federale di Zurigo, alla Hochschule für Technik di Stoccarda e all’Architecture Association di Londra. Attualmente è titolare di uno studio d’architettura a Flims (Svizzera).

Jonathan SERGISON
Laureato all’Architectural Association di Londra nel 1989, ha lavorato negli studi di David Chipperfield e Tony Fretton. Nel 1996 apre con Stephen Bates lo studio Sergison Bates Architects, i cui lavori ricevono numerosi riconoscimenti e vengono pubblicati sulle maggiori riviste di architettura. La mostra a loro dedicata, Brick-work, thinking and making, inaugurata al Politecnico Federale di Zurigo nel 2005 e subito dopo al Royal Institute of British Architects di Londra, è stata in seguito presentata a Dresda, Amburgo, Vienna, Barcellona e Mendrisio. Ha svolto attività didattica in diverse scuole di tutta Europa.

Christian SUMI
Dopo la laurea al Politecnico Federale di Zurigo ha collaborato con l’Istituto di storia e teoria dell’architettura dello stesso Politecnico di Zurigo. Ha insegnato alla Harvard University, al Politecnico Federale di Losanna e alla University of Strathclyde di Glasgow. Con Marianne Burkhalter dirige uno studio di architettura a Zurigo che ha acquisito fama internazionale grazie, tra le altre cose, agli innovativi edifici in legno e alle particolari colorazioni policrome. Attualmente lo studio si occupa di ristrutturazioni di edifici industriali e di urbanizzazione dello spazio alpino, nonché di allestimenti di mostre: Gottfried Semper (Zurigo 2004), Robots (Zurigo 2009).

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 30 settembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Architetti per Varese 4 di 9

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.