Festa dell’Uva e Furmagiada: un successo di paese

MIgliaia di visitatori, 400 solo i prenotati alla furmagiada: la vecchia tradizione contadina prende sempre più piede e fa scoprire splendidi angoli nascosti di varesotto

Più di una sagra di paese, più di un recupero di tradizioni antiche, la festa dell’uva e la grande Furmagiada di Caidate sono stati per questo weekend una occasione per scoprire angoli di varesotto ingiustamente dimenticati o poco noti.

Galleria fotografica

Festa dell'Uva e furmagiada 4 di 27

Grazie ad eventi golosi e curiosi che hanno fatto scoprire le corti di Caidate e Sumirago come di solito non si riescono a vedere.

Con la sfilata dei carri di sabato – non carri allegorici, ma veri e proprii carri ornati di viti – per esempio. Ma anche con la Furmagiada di domenica, dove bicchiere in mano e piantina dei paesi a 7 tappe, è stato possibile per i partecipanti scoprire scorci inesplorati della zona: dalla sede del comune di Sumirago – bella villa padronale del settecento -, alle cascine degli aristocratici della zona, al castello di Caidate e le sue ancora utilizzate scuderie.

Un momento che molti varesini hanno gustato e apprezzato: migliaia di persone hanno attraversato il paese, che ha aperto le sue corti ai turisti e fornito musica per le piazze con il coro dei Fulchitt de Caidàa, e in 400 hanno partecipato alla complessa gita della furmagiada, che durava oltre due ore, utilizzando anche bus navetta, ed era organizzata in otto turni in partenza ogni mezz’ora.

Una festa che  – dopo il forzato stop per decenni – sta riprendendo sempre più piede: complice la bellissima domenica di sole, che ha portato a Cairate giovani e famiglie, ma anche la bella idea ben riproposta dalle associazioni sumiraghesi – per l’occasione tutte riunite – che ha saputo recuperare le tradizioni partendo da un entusiasmo ancora esistente.
 

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 27 settembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Festa dell'Uva e furmagiada 4 di 27

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.