Finanziaria: in arrivo la manovra “light”

La relazione introduttiva del governo spiega che la manovra è "indirizzata a stimolare la crescita mantenendo la stabilità dei conti pubblici, sarà ripreso il percorso di risanamento della finanza pubblica"

(Ansa) Fondi per 693 milioni per il rinnovo dei contratti pubblici nel 2010 e l’estensione delle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni anche nel 2012. E poi una norma per evitare un buco da 3 miliardi sulle pensioni agricole. Non manca, poi, la formula di rito – che però l’anno scorso non era stata inserita fin dall’inizio – in base alla quale le maggiori risorse che dovessero emergere dai conti pubblici saranno utilizzate per abbattere le tasse su lavoratori e dipendenti con famiglie numerose e a basso reddito.
"Finanziaria composta da tre articoli, un aggiornamento al 2012 della legge finanziaria triennale che ha dato credibilità internazionale ai conti pubblici". Il ministro dell’Economia Giulio Tremonti, ha iniziato così l’illustrazione della finanziaria 2010, ieri, alle parti sociali. Sempre ieri perà non hanno partecipato per protesta alla presentazione le regioni. La decisione delle Regioni di non partecipare all’incontro è maturata per protesta nei riguardi del governo, a cui si contesta di rinviare da tempo ogni confronto. Tra i punti di confronto giudicati irrinunciabili dai governatori, ci sono il patto per la salute, i tagli alla scuola e le risorse per i fas (fondi per le aree sottoutilizzate).
La relazione introduttiva del governo spiega che la manovra è "indirizzata a stimolare la crescita mantenendo la stabilità dei conti pubblici" e che "contestualmente al miglioramento delle prospettive di crescita sarà ripreso il percorso di risanamento della finanza pubblica". Così, anche se il deficit 2010 sarà al 5% si ridurrà progressivamente fino al 2,2 per cento del 2013.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 22 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.