“Fumo verde per le frecce tricolore?”, saltano le prove generali

Ufficialmente solo problemi tecnici, invece è stato chiesto alla nostra pattuglia acrobatica di volare con il colore simbolo della Libia. Non cambia il programma dell'esibizione

Prove generali annullate e sguardi imbarazzati pei nostri fuoriclasse dei cieli. Per ben due volte la nostra pattuglia acrobatica d’eccellenza ha ricevuto lo stop dalla torre di controllo. Poi la decisione finale: prove annullate si resta a terra.
Le prove dovevano precedere l’esibizione che le Frecce Tricolore faranno in occasione dei 40 anni della rivoluzione verde che portò al potere il colonnello Muhammar Gheddafi. Il motivo ufficialmente è di tipo tecnico, ma di fatto circolano con insistenza altre cause che sarebbero alla base della decisione: Il colore dei Fumi. I libici avevano chiesto al comandante delle Frecce Tricolori, il colonnello Massimo Tammaro, di sganciare il fumo verde, il simbolo della Libia di Muammar Gheddafi. La risposta è stata ovviamente negativa. «Ho avuto una disposizione ferrea molto chiara ed esplicita. Ai libici che mi hanno chiesto ancora una volta di rilasciare il fumo verde ho detto che siamo italiani, siamo le Frecce tricolori, siamo orgogliosi di poter portare e donare a loro la cosa più bella alla quale teniamo: la bandiera italiana».
Nonstante le tensioni di ieri lo spettacolo in programma non sembra essere in discussione, si comporrà di sette «figure», alcune come il giro della morte «a triangolone» ripetuto due volte.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 01 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.