Furti in gioielleria, in arresto una donna

In due entravano nei negozi e si fingevano clienti. Ad alcuni mesi dai colpi i carabinieri hanno individuato anche il complice, denunciato a piede libero

Sono scattate oggi (giovedì) le manette ai polsi di Silvia Renard, donna residente a Monza del ’58, in esecuzione di un ordine di custodia cautelare in carcere, disposto dal Giudice per le indagini preliminari di Busto Arsizio ed eseguita dai Carabinieri del locale comando, perchè accusata di aver commesso una serie di furti, insieme ad un uomo del ’79 anch’egli di Monza e denunciato a piede libero, in tre gioiellerie: la Colombo di Cairate, la Punto Oro di Lonate Ceppino e una gioielleria non meglio identificata di Busto Arsizio. Ora la donna è detenuta nel carcere di Monza. La tecnica con cui i due avrebbero messo a segno i colpi è sempre la stessa: uno dei due si fa mostrare della merce in vendita e, mentre il secondo distrae il commesso, il primo arraffa quello che può. I furti in questione risalgono a qualche mese fa.

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 17 settembre 2009
Leggi i commenti

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.