Husqvarna, i lavoratori protestano fuori dalla nuova sede

In concomitanza con l'inaugurazione del nuovo stabilimento, Fiom Cgil e Failms Cisal, manifestano fuori dai cancelli: "Temiamo vogliano abbandonare la produzione"

«Il nostro timore è che Husqvarna voglia abbandonare la produzione sul Lago di Varese». Per l’azienda oggi è una giornata importante, quella dell’inaugurazione del nuovo quartier generale di Cassinetta a Biandronno.
Il taglio del nastro è previsto per le 11.30 ma già dalle 9 di questa mattina un gruppo di lavoratori della Fiom Cgil e della Failms Cisal manifesta fuori dalle porte della nuova sede. «Abbiamo già avuto dei segnali preoccupanti di quella che è la politica di questa azienda – spiega Oscar Brun della Cgil – Il reparto della Schiranna è stato chiuso quando invece, con un investimento minimo negli impianti per la la produzione, si sarebbe potuto salvarlo. Temiamo che questo possa ripetersi ancora a discapito dei lavoratori».

Galleria fotografica

Husqvarna, la protesta di Cgil e Cisal 4 di 18

Tra le ragioni della protesta c’è anche la contestazione all’accordo stipulato nel luglio scorso tra l’azienda e i lavoratori e che la Fiom rifiutò di sottoscrivere: «Husqvarna non è in crisi – continua Brun – ma sono state richieste la cassa integrazione straordinaria e la mobilità per 50 lavoratori. Tutto ciò senza un progetto industriale adeguato. Noi chiediamo l’impegno dell’azienda contro i licenziamenti e la garanzia del mantenimento della produzione a Cassinetta».

di redazione@varesenews.it
Pubblicato il 21 settembre 2009
Leggi i commenti

Galleria fotografica

Husqvarna, la protesta di Cgil e Cisal 4 di 18

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di VareseNews.it, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.